ANNO 9 n° 341
Barelli: ''Beni comuni? Una corrente fioroniana''. E poi ammicca ai grillini
Presentata la lista Tuscia democratica: ''Noi compatti per Nocchi presidente''
30/11/2019 - 18:48

di Massimiliano Vismara

VITERBO - Il presidente della provincia Nocchi ha presentato alla stampa il team che comporrà la lista civica Tuscia Democratica. Parola d’ordine: centrosinistra compatto con Pietro Nocchi

''Questa stanza 2 anni fa mi vide per la presentazione della mia candidatura a presidente – ha esordito Nocchi - , allora ero con un'altra squadra ma alcuni membri del team di allora sono ancora presenti e dal loro lavoro svolto sul nostro territorio in questi due anni nasce l’idea di questa lista per cercare di riparare i danni dovuti ad un eccesso di populismo che ha colpito gli enti di secondo grado come la provincia. La norma 56 del 2014 ha lasciato la provincia con quasi l’ottanta percento delle risorse in meno. In questi due anni abbiamo lavorato per questo, abbiamo fatto interpellanze anche in senato e conferenze stampa con tutti gli altri presidenti, ci siamo battuti per ridare risorse alle provincie, sbloccando fondi fermi abbiamo portato la cifra stanziata a 10 milioni 2018 e contiamo entro il 2020 di arrivare con le progettazioni messe in campo a 20 milioni, da investire su strade e scuole''.

Dopo l’intervento di apertura di Nocchi la presentazione dei vari membri della squadra: Paolo Antonuzzi, Giacomo Barelli, Claudio Cavalloro, Antonella Claudiani, Lina Delle Monache, Mario Mengoni, Lina Novelli, Maurizio Palozzi, Giulia Perugini, Carlo Postiglioni, Ylenia Proietti e Eugenio Stelliferi.

''La legge Del Rio ha tentato di demonizzare le provincie ed ha provocato un grandissimo danno – ha detto Palozzi – cercheremo di colmare queste lacune, la provincia non può essere gestita da un solo partito, mettendo in campo tutte le forze, noi rappresentiamo il centro sinistra e Pietro Nocchi è il nostro presidente, e per quelli che non hanno capito, che sia chiaro che il presidente non può essere sfiduciato dal consiglio, Nocchi è e rimarrà presidente per due anni e noi in ogni caso lo sosterremmo''.

Anche Eugenio Stelliferi ha sottolineato l’impegno messo negli anni passati per lo sviluppo del territorio.

''Abbiamo presentato interventi per milioni di euro, e faremo altrettanto in futuro per la messa in sicurezza di strade e scuole senza fare distinzioni tra comuni di centrosinistra o centrodestra, nel nostro programma sono previsti investimenti per viabilità, trasporti e strade di oltre 7 milioni di euro, inoltre ci impegneremo per completare la Trasversale e mettere in campo altri progetti per lo sviluppo socio economico del territorio''.

In conclusione l’intervento di Giacomo Barelli.

''Questa squadra – ha detto Barelli – è il vero campo largo su cui costruire una prospettiva per la nostra provincia. Siamo tutti uniti. Gli altri si sono presentati palesemente divisi, il centrodestra, con una lista Lega-Forza Italia e una di Fratelli d’Italia, oppure sono una semplice corrente di partito. Come Beni comuni, che fa riferimento all’ex parlamentare Giuseppe Fioroni. La politica è fare e non chiacchiere. E’ fare il bene comune a prescindere dal colore politico. Proprio alcuni giorni fa, in questo senso, abbiamo approvato una mozione di Massimo Erbetti per la gestione pubblica dell’acqua'', ha concluso Barelli.






Facebook Twitter Rss