ANNO 9 n° 198
San Pellegrino in Fiore, la vera primavera viterbese: si prepara la 33esima edizione

VITERBO - San Pellegrino in Fiore compie 33 anni. La mostra florovivaistica diventata celebre nel tempo, continua a rappresentare un vero e proprio fiore all’occhiello della città di Viterbo. Un momento dell’anno in cui il capoluogo della Tuscia si presenta nel suo “abito” migliore, quale può essere la distesa di coreografie floreali che esaltano in modo sublime e magistrale gli scorci storici di una città dal fascino di per sé indiscutibile. Un biglietto da visita che da oramai 33 edizioni fa presa su viterbesi e turisti in modo infallibile. E puntualmente la città esplode di colori e di vita. Strade affollate di turisti che entrano nel cuore della città e portano via con loro il magnifico ricordo di atmosfere da fiaba. Una foto, un souvenir, un selfie, un vaso di fiori. San Pellegrino in fiore lascia sempre un segno: spopola sul web, nel passaparola, diventa tradizione non solo per chi abita qui, ma anche per chi, affascinato dall’evento, torna ogni anno, sigillando così una propria “ricorrenza” da non perdere. San Pellegrino in Fiore è certamente un veicolo di promozione di Viterbo e della Tuscia. Quest’anno taglia il traguardo delle 33 primavere, riconfermandosi un patrimonio culturale significativo per la città. L’edizione di quest’anno si terrà dal 27 aprile al 1° maggio 2019. Cinque giorni di fiori e di eventi. Da qualche tempo, infatti, San Pellegrino in Fiore non è più solo una mostra florovivaistica, ma anche un calendario di appuntamenti culturali variegati, molti dei quali incentrati sulla valorizzazione della storia del territorio e delle sue specificità. Mostre di pittura, fotografia, rappresentazioni teatrali, esibizioni e competizioni sportive, cortei in costume medioevale, visite guidate e tanto altro. Da qualche anno all’interno della manifestazione sta crescendo con successo un’altra iniziativa: “Fiori e Fantasia”, un corteo di splendidi costumi di fiori indossati da figuranti che sembrano staccarsi dalle scenografie floreali e prendere vita, immergendosi nella folla estasiata dalla magia che si propaga intorno. “Siamo pronti per iniziare i preparativi di questa 33 esima edizione – dice il presidente dell’ente autonomo San Pellegrino in Fiore, Armando Malè – ogni anno è sempre una grande emozione. Anche nei giorni precedenti l’evento c’è una città che si risveglia, si avvicina, partecipa, curiosa e interessata, affezionata, attende trepidante l’inizio della manifestazione in modo veramente sentito. Credo che San Pellegrino in Fiore sia la vera primavera viterbese. La città sembra destarsi dal sonno dell’inverno ed entrare definitivamente nella bella stagione. E noi, come ente organizzatore, anche quest’anno ce la metteremo tutta affinché sia, come sempre, un appuntamento memorabile”.




Facebook Twitter Rss