ANNO 9 n° 266
Mercato del sabato, spunta
un terzo possibile sito
Alle due ipotesi di piazza della Rocca e via Garbini si aggiunge il Carmine

di Annamaria Lupi
VITERBO – Oggi l'assise di Palazzo dei Priori è stata di nuovo dedicata alle interrogazioni. Tra queste è tornato in auge anche il trasferimento del mercato del sabato da piazza del Sacrario per recuperare la fruibilità del grande parcheggio a servizio del centro storico.
A sollevare la questione e chiedere lumi il consigliere del gruppo misto Fabrizio Purchiaroni anche alla luce della proposta, pervenuta dal prefetto Bruno, di spostare le bancarelle nell'area del Riello, nei pressi del Tribunale.
Come ha spiegato l'assessore allo Sviluppo economico Alessia Mancini: “E' stato individuato un nuovo sito e gli uffici dei lavori pubblici stanno operando per effettuare una perimetrazione dell'area per capire se c'è spazio sufficiente per ospitare tutte le bancarelle”.
Alle due già individuate, piazza della Rocca e via Garbini, si aggiunge ora il Carmine. 
L'assessora si è presa tempo, e ha dato tempo agli uffici, sino al 31 maggio per poter effettuare delle valutazioni su tutte e tre le aree in modo da presentarle in maggioranza i primi di giugno e procedere quindi alla scelta più idonea e all'avvio dell'iter.
Per quanto riguarda l'idea del Prefetto sulla possibilità di trasferire il mercato al Riello, nel parcheggio laterale adiacente il Tribunale (dove solitamente viene posizionato il Luna park), la Mancini spiega: “La zona presenta due ordini di problemi: l'area non è asfaltata quindi per esempio in caso di pioggia non sarebbe agevole né per gli acquirenti né per gli operatori commerciali e, inoltre, gli stessi ambulanti non vogliono lavorare sul brecciolino. Ma il vero problema è che il sabato mattina il Tribunale lavora, è aperto. Pertanto ci sarebbero difficoltà e disagi sia in termini di parcheggio che di sicurezza e ordine pubblico”.
L'assessora Mancini confida che, nonostante il regolamento preveda sei mesi per trasferire il mercato, i primi di giugno si possa fare il punto della situazione e procedere poi con celerità.
Sull'opzione Carmine illustra: “E' stata riqualificata un'area molto ampia ed ora si stanno eseguendo dei rilievi per vedere dove è possibile individuare lo spazio per il mercato”.
Altro spazio però fuori dal centro ma, secondo Alessia Mancini, il sito del Carmine potrebbe riscuotere consensi proprio per l'adiacenza e la comodità: “E' adiacente alle mura e quindi al centro storico, ed è comoda perché facilmente raggiungibile con l'auto e dispone di tanti parcheggi”.
Intanto, oggi pomeriggio, l'assessora allo Sviluppo economico incontra le associazioni di categoria per discutere l'articolo 11 del piano del commercio relativo agli orari notturni dei locali al quartiere San Pellegrino al fine di dare il via al piano entro giugno.

di Annamaria Lupi
VITERBO – Oggi l'assise di Palazzo dei Priori è stata di nuovo dedicata alle interrogazioni. Tra queste è tornato in auge anche il trasferimento del mercato del sabato da piazza del Sacrario per recuperare la fruibilità del grande parcheggio a servizio del centro storico.

A sollevare la questione e chiedere lumi il consigliere del gruppo misto Fabrizio Purchiaroni anche alla luce della proposta, pervenuta dal prefetto Bruno, di spostare le bancarelle nell'area del Riello, nei pressi del Tribunale.Come ha spiegato l'assessore allo Sviluppo economico Alessia Mancini: ''E' stato individuato un nuovo sito e gli uffici dei lavori pubblici stanno operando per effettuare una perimetrazione dell'area per capire se c'è spazio sufficiente per ospitare tutte le bancarelle''.

Alle due già individuate, piazza della Rocca e via Garbini, si aggiunge ora il Carmine. L'assessora si è presa tempo, e ha dato tempo agli uffici, sino al 31 maggio per poter effettuare delle valutazioni su tutte e tre le aree in modo da presentarle in maggioranza i primi di giugno e procedere quindi alla scelta più idonea e all'avvio dell'iter.

Per quanto riguarda l'idea del prefetto sulla possibilità di trasferire il mercato al Riello, nel parcheggio laterale adiacente il Tribunale (dove solitamente viene posizionato il Luna park), la Mancini spiega: ''La zona presenta due ordini di problemi: l'area non è asfaltata quindi per esempio in caso di pioggia non sarebbe agevole né per gli acquirenti né per gli operatori commerciali e, inoltre, gli stessi ambulanti non vogliono lavorare sul brecciolino. Ma il vero problema è che il sabato mattina il Tribunale lavora, è aperto. Pertanto ci sarebbero difficoltà e disagi sia in termini di parcheggio che di sicurezza e ordine pubblico''.

L'assessora Mancini confida che, nonostante il regolamento preveda sei mesi per trasferire il mercato, i primi di giugno si possa fare il punto della situazione e procedere poi con celerità. Sull'opzione Carmine illustra: “E' stata riqualificata un'area molto ampia ed ora si stanno eseguendo dei rilievi per vedere dove è possibile individuare lo spazio per il mercato''.

Altro spazio però fuori dal centro ma, secondo Alessia Mancini, il sito del Carmine potrebbe riscuotere consensi proprio per l'adiacenza e la comodità: ''E' adiacente alle mura e quindi al centro storico, ed è comoda perché facilmente raggiungibile con l'auto e dispone di tanti parcheggi''.

Intanto, oggi pomeriggio, l'assessora allo Sviluppo economico incontra le associazioni di categoria per discutere l'articolo 11 del piano del commercio relativo agli orari notturni dei locali al quartiere San Pellegrino al fine di dare il via al piano entro giugno.




Facebook Twitter Rss