ANNO 8 n° 200
Vox Populi, tifosi divisi: 'Ho fiducia nella società. Ma è sbagliato il momento'
Da Alessandro a Vincenzo, ognuno dice la sua su obiettivi e allenatori
02/04/2018 - 06:53

VITERBO - Un altro pareggio accumulato nel cammino nella Viterbese. Eppure la scossa è arrivata con il cambio di allenatore: via Stefano Sottili in evidente calo di risultati e dentro Giuliano Giannichedda che, però, ha esordito con un altro risultato a reti bianche. Ma i tifosi, in realtà, non sono tutti d'accordo con la scelta societaria: ''Non c'era bisogno. A Livorno, poi, abbiamo perso per errori individuali in difesa. Non mi sembra giusto esonerare un allenatore che ha fatto una striscia di risultati utili lunga come quella di Stefano Sottili. Più che un nuovo allenatore serviva una punta''. Questo il pensiero di Vincenzo, abbonato da anni in curva e grande conoscitore gialloblu.

Alessandro, giovane tifoso appassionato, non segue la sua scia: ''Io ho fiducia nella società perchè ha sempre centrato gli obiettivi prefissati: sono convinto che riuscirà a rientrare e far bene nei play off come dichiarato a inizio stagione. Mi lascia perplesso il momento del cambio allenatore: comunque siamo nel finale di stagione e Sottili aveva fatto bene. La squadra ha una flessione a livello fisico e mentale, ma ha comunque conquistato una finale superando una squadra importante come il Cosenza. Non c'è una squadra che non perde punti per strada rimanendo sempre competitiva quando si ritrova a giocare ogni tre giorni. Diciamo che l'allenatore ha pagato la sconfitta pesante di Livorno. Giannichedda deve lavorare sull'aspetto mentale per sopperire a quello fisico''.

Leonardo non è per niente convinto: ''Secondo me l'obiettivo è quello di andare in serie B e stavolta Camilli ha esagerato. Siamo in un momento delicato: in serie C non si può chiedere il bel gioco, non ce l'ha nessuna delle 60 squadre in competizione. Credo che la Viterbese più di così non possa fare. Manca proprio un centrocampista che dia qualità e una punti da 20 goal che quasi tutte le formazioni hanno. Abbiamo un top player ma è sempre in infermeria. Ho visto la partita con la Pistoiese e non mi pare che Giannichedda abbia cambiato qualcosa: anche i giocatori erano gli stessi in campo. Speravo in Sini terzino o Pandolfi per cambiare, invece, non è stato fatto nulla. Anche se ha bisogno di tempo. E' fondamentale vincere il recupero con il Piacenza perchè le squadre sopra sono superiori e sono preoccupato per il campionato. Secondo me la scelta di cambiare ora rischia di creare malumore, il gruppo c'era e lottava''.

Federico, invece, è concentrato su quanto fatto di buono più che sui punti persi: ''Per me Sottili aveva fatto bene, certo, ultimamente la squadra aveva subito un calo. Ma è normale che ci sia la stanchezza a un certo punto. Ha comunque raggiunto, per ora, gli obiettivi stagionali. Ora Giannichedda deve essere bravo a non perdere quota perchè ha gare non facili davanti. E poi ha la finale. Speriamo rigeneri De Sousa fino a farlo segnare quanto fece nella sua stagione al Racing''. 





Facebook Twitter Rss