ANNO 9 n° 177
Vitercomix, un weekend
dedicato all'arte del fumetto
Sabato 13 e domenica 14 aprile la nostra città ospita la seconda edizione del festival in varie location
09/04/2019 - 12:31

di Annamaria Lupi

VITERBO – Una passione, quella per i fumetti, che non conosce gap generazionali. Bambini, ragazzi ed adulti questo fine settimana potranno sbizzarrirsi tra eventi, mostre, workshop, lectio magistralis con i grandi maestri del fumetto ed i cosplay tornare a indossare i costumi dei loro eroi.

Sabato mattina le varie inaugurazioni: alle 10 presso l'ex Mattatoio di Valle Faul l'apertura di Vitercomix 2019 con l'area mercato, Artist alley e Self games, alle 11 allo spazio Pensilina al Sacrario taglio del nastro per le mostre espositive di Horacio Altuna, Nicola Del Principe e Cosimo Miorelli, a seguire si torna a Valle Faul per la mostra Popeye90. L'irascibile marinaio Braccio di Ferro celebra il suo 90esimo compleanno.

E proprio a lui sarà dedicato, nel pomeriggio alle 14.30 presso lo spazio attivo Lazio Innova a Valle Faul, il workshop di modellazione 3D mentre alle 15, all'ex Mattatoio, Sandro Dossi e Pierluigi Sangalli firmeranno le stampe ufficiali di Popeye90.

Per aspiranti fumettisti l'appuntamento delle 15.30 “I segreti della copertina perfetta” svelati da disegnatori esperti. Da non perdere alle 17 l'intervista a Horacio Altura all'ex Mattatoio, mentre presso lo spazio Lazio Innova, stessa ora, lectio magistralis di Gigi Cavenago.

Braccio di Ferro non è l'unico eroe dei fumetti che compie gli anni. Il leggendario Zorro arriva a spegnere le 100 candeline. Lo celebrano con una multimedia storytelling i disegni di Cosimo Miorelli e la musica di Stefano Bechini alle 18.30 all'ex Mattatoio.

Domenica Vitercomix apre alle ore 10, alle 11 Teatro dei burattini “Per un pugno di spinaci” a cura del Mondo incantato di Zigo, alle 13 inizio del Cosplay contest con il set fotografico curato da Click, la premiazione domenica alle 17. Nel pomeriggio a Valle Faul, alle 15, la conferenza “Happy birthday Popeye” con Luca Boschi, Sandro Dossi, Pierluigi Sangalli e Ivana Del Principe. Spazio alle 16.15 al “Girl comic – power” con le presentazioni editoriali di Kalima Munova, Martina Di Luzio e Frankiska. Alle 17 lectio magistralis tenuta da Horacio Altuna. Alle 18.30 proiezione dei primi due episodi di “Saturno contro la terra”.

Un programma denso, illustrato stamani presso la sala di Palazzo dei Priori da Sergio Insogna, ideatore di Vitercomix, dal presidente del festival Diego Lazzari e dal direttore artistico Marco Cannavò.

“Nello scenario culturale e artistico di Viterbo mancava la nona arte” spiega Insogna manifestando grande soddisfazione per la prima edizione che ha fatto registrare 5000 visitatori.

E proprio sull'attrattiva a livello turistico, oltre che sugli eventi di grande rilevanza culturale, pone l'accento l'assessore Marco De Carolis mentre l'assessore Alessia Mancini confessa di essersi emozionata lo scorso anno “perché per la prima volta ho visto a Viterbo anche artisti di caratura internazionale e molti appassionati di fumetti provenienti da fuori provincia”.

“I poteri dei supereroi servirebbero anche al sindaco”. Apre con una battuta il suo intervento Giovanni Arena che, sfoggiando la maglietta di Vitercomix, esprime particolare piacere per l'evento perché “il mondo del fumetto mi ha sempre affascinato sin da piccolo. Tanto che mi sono documentato su come è nato il nome di Nembo Kid. Confesso che sono rimasto deluso quando ho scoperto che era il nome di un sapone”. Al di là dei ricordi personali, il primo cittadino si è dichiarato sicuro che “i numeri della seconda edizione aumenteranno rispetto allo scorso anno”.

Lo scorso anno un'adesione “sull'onda della curiosità” ammette Marco Lazzari, presidente di Fondazione Carivit. “Abbiamo fatto la scelta giusta e quest'anno sponsorizziamo il festival con ancora più convinzione. Anche perché attraversa trasversalmente tutti gli ambiti operativi della nostra Fondazione”.

Da Giulio Curti, responsabile dello spazio attivo Viterbo Lazio Innova, oltre ai complimenti per “un'iniziativa molto ben confezionata” anche l'augurio di riuscire a fare tante altrettante edizioni di Romix, giunto alla 25esima.

Il presidente di Vitercomix Diego Lazzari parla della “grande scommessa della prima edizione” e del grosso impegno per la seconda con l'ampliamento degli spazi dedicati al festival. Oltre all'ex Mattatoio, quest'anno utilizzati anche quelli di Lazio Innova, della Pensilina al Sacrario e della fumetteria Carta Viva.

Oltre a illustrare il programma, il direttore artistico Marco Cannavò dichiara che “il successo della kermesse non è casuale ma è il frutto della professionalità, della preparazione e dell'affidabilità di tutti quelli che ci stanno dando una mano. Il nostro è un festival a 360° gradi che riesce a soddisfare le passioni di giovani ed adulti”. E non cela la propria soddisfazione nel sottolineare che alla mostra mercato partecipa un espositore di Torino “nonostante nella città piemontese si sta svolgendo una manifestazione analoga”.

In campo a Vitercomix 31 disegnatori di cui 15 artisti affermati, una quarantina di standisti e 130 tavole in mostra.

Ingresso gratuito sotto i 7 anni e sopra ai 70, per tutti gli altri il costo del biglietto giornaliero è di 6,50 euro, con la stampa ufficiale di Popeye90 10 euro oppure con una copia di Fgius! 15 euro.







Facebook Twitter Rss