ANNO 9 n° 142
Viterbo capitale dell'auto usata
15/05/2019 - 10:27

VITERBO - In attesa della rivoluzione green in campo automobilistico con tante grandi case produttrici di ogni parte del mondo che già hanno fissato ufficialmente la data in cui produrranno soltanto mezzi elettrici, in questi anni abbiamo già assistito a grandi cambiamenti nel mercato delle quattro ruote. Oltre all'introduzione sempre in crescita nelle auto di ritrovati tecnologici, il web ha modificato profondamente le abitudini dei consumatori, incrementando fortemente la compravendita di mezzi usati. Senza più bisogno di un intermediario, acquistare e vendere auto è diventato davvero semplice tra portali di annunci e social. Non dimentichiamoci poi come sia diventato possibile anche risparmiare sulla manutenzione grazie a siti come questo raggiungibile cliccando Qui che propone sempre offerte molto valide per ogni tipo di esigenza.

www.youtube.com/watch?v=WSx1vbpgVEg

In questo trend sempre in crescita negli ultimi anni, sapevate che Viterbo secondo gli ultimi dati disponibili, è la città del Lazio dove avvengono in proporzione più passaggi di proprietà per numero di abitanti? Nella nostra città infatti lo scorso anno sono avvenute 10.075 (+8.1% rispetto all'anno precedente) compravendite d'auto pari a 374.9 passaggi di proprietà ogni 10.000 abitanti. Dietro Viterbo troviamo Rieti (372,3), Frosinone (342,3), e Latina (336,2) mentre Roma sorprendentemente è ultima con 330,4. In termini assoluti invece la capitale è ovviamente prima con 118.663 auto passate di mano.

Come dicevamo in apertura, la rivoluzione green deve ancora avvenire e la carburazione più gettonata nell'acquisto e la vendita di auto usate è stata ancora una volta, sia a Viterbo che in tutto il Lazio, quella diesel anche se le auto elettriche ed ibride hanno visto la quota di mercato raddoppiare se pur sia ancora molto limitata. Le auto scambiate nel Lazio hanno una vita media pari a 6,4 anni, un dato inferiore alla media nazionale che è invece di 7,5 anni.

Ovviamente si tratta di un dato medio visto che esiste anche nella nostra regione, così come in tutto il territorio nazionale, una nicchia di mercato interessato alle auto ultraventennali, mezzi ovviamente non all'avanguardia per tecnologia e sicurezza ma che diventano l'auto per così dire di 'servizio' della famiglia per qualche necessità evitabile per l'ammiraglia principale di casa. Pensate a trasporti particolari che possono sporcare o danneggiare il mezzo. Ecco che l'auto meno recente diventa preziosa per salvaguardare il mezzo più recente ed elegante.

Come potete facilmente immaginare in questo settore il mercato, il modello più ricercato è la Fiat Panda originale, quella arrivata sul mercato negli anni '80 e che tanto successo ha avuto in Italia e non solo. Per corsi e ricorsi storici troviamo così la 'vecchia' Panda guidare la graduatoria dei mezzi 'vintage' più scambiati e la versione più recente dello stesso modello al vertice della classifica delle auto usate più ricercate e vendute.

Che abbiate una Panda originale, nuova o qualsiasi altro mezzo a quattro ruote, sempre occhio all'uso dello smartphone in auto. Oltre ad essere decisamente pericoloso per la propria incolumità e per quella degli altri, in questi giorni sono state varate alcune novità per il Codice della Strada che prevedono sanzioni ancora più pesanti per chi verrà trovato al telefono mentre guida che andranno da 422 fino a 1687 euro. Come se non bastasse si potrà anche arrivare al ritiro della carta di circolazione per successive e ripetute violazioni. Tra le novità predisposte anche una particolare attenzione per le strade a ridosso delle scuole. I comuni potranno adottare limitazioni alla circolazione negli orari di attività didattica e di ingresso e uscita degli alunni fissando un limite massimo della velocità a 30 chilometri all'ora o perfino inferiore oppure creare zone a traffico limitato in particolare nei momenti più concitati a causa della presenza di molti studenti.






Facebook Twitter Rss