ANNO 10 n° 19
Viterbese in Sardegna per il riscatto
Contro l'Olbia, i ragazzi di Ferazzoli cercano punti per ripartire subito
18/01/2015 - 02:01

VITERBO - Quella atterrata in Sardegna è una Viterbese ferita ma non per questo meno pericolosa. Archiviata la debacle casalinga contro il San Cesareo, i gialloblu di Ferazzoli sanno di non poter fallire: contro l'Olbia servono tre punti, per tenere vivo un campionato che continua a sfuggire continuamente dalle mani a favore di una Lupa Castelli fin qui impeccabile.

Il mister gialloblu, alla ricerca del bel gioco perduto e di una solidità difensiva che si è andata sbriciolando nelle ultime giornate, può contare sulla voglia di riscatto dei suoi calciatori, decisi a giocarsela fino all'ultimo punto prima di alzare bandiera bianca.

Con lo scontro diretto a Rocca Priora in arrivo tra due giornate, d'altronde, tutto può ancora succedere. Fondamentale sarà il recupero di alcune pedine chiave dello scacchiere gialloblu: Pero Nullo, in ombra da qualche settimana prima del gol di domenica scorsa, dovrebbe tornare regolarmente al suo posto, così come il rientrante Dalmazzi al centro della difesa.

I dubbi principali riguardano il reparto offensivo, dove Oggiano, colpo grosso del mercato invernale fin qui ancora poco incisivo, si giocherà il posto con Morini, volenteroso ma confusionario contro il San Cesareo. Il tandem offensivo sarà probabilmente composto da Samuele Negli e Renan Pippi, che prenderà il posto dello squalificato Saraniti. In attesa di conoscere l'esito del ricorso presentato dalla società contro le tre giornate di stop inflitte al bomber gialloblu, il brasiliano proverà a vestire di nuovo i panni di uomo della provvidenza, come già fatto tante volte in passato.

Di fronte, ci sarà un'Olbia che vive settimane tutt'altro che tranquille, con i tifosi sul piede di guerra dopo le ultime battute a vuoto che hanno relegato la squadra un solo punto sopra la zona play-out. Un disastro, per l'undici allenato da Oberdan Biagioni, partito con ambizioni ben diverse e a secco di vittorie ormai da fine novembre.

La società sarda ha caricato i suoi tesserati pubblicando il tabellino dell'ultima sfida disputata al Nespoli, nel 1980: finì 1 a 0 per l'Olbia, con rete di Cerasani. Era la Viterbese dei Luciani, dei Boi e dei Mecocci, allenata da Rosati. Altri tempi, altra epoca. Oggi i gialloblu hanno un appuntamento con la vittoria da non fallire, e la storia in questi casi c'entra poco o niente.





Facebook Twitter Rss