ANNO 9 n° 265
Viterbese e Sorianese si annullano, finisce 1-1
Il derby dei Cimini porta un
punto a testa a contendenti
08/12/2013 - 16:31

di Domenico Savino

VITERBESE CASTRENSE - NUOVA SORIANESE 1-1

VITERBESE CASTRENSE (4-2-3-1) Boccolini; Rausa, M. Marini (dal 37’ p.t. Fapperdue), Cirina, Toto; Faenzi (dal 25’ s.t. Marinelli), Federici; Giurato, Cerone, Pero Nullo; Polani A DISPOSIZIONE Cima, De Vizzi, Noviello, Ghezzi, Pacenza ALLENATORE Solimina

NUOVA SORIANESE (4-4-2) Iacomini; Oriolesi, Pollini, Mencio, Fenu; Monteforte, Lazzarini, D’Antoni (dal 40’ s.t. Burelli), Kanku (dal 15’ s.t. Andreoli); Maestà (dal 43’ s.t. Piergentili), Amassoka A DISPOSIZIONE Pazienza, Perazza, Faina, Nardi ALLENATORE Scarfini

ARBITRO Casadei di Cesena (Caretti e Minà)

RETI nel pt. al 39’ Amassoka (S), al 44’ Federici (V)

NOTE giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni, spettatori 800 circa di cui 100 provenienti da Soriano Ammoniti Pero Nullo, Toto, Boccolini e Polani per la Viterbese; D’Antoni, Pollini e Lazzarini per la Sorianese. Allontanato il team manager della Viterbese Raspoli Espulsi Angoli 6-1 per la Viterbese Recupero 3 + 3

VITERBO – Un brutto pareggio. Finisce 1-1 tra Viterbese e Sorianese. Si annullano a vicende le due squadre. Ne viene fuori una gara astiosa che non diverte nessuno. I cimini erano passati in vantaggio grazie ad un rigore trasformato da Amassoka, ma poi sono stati raggiunti da Federici (con la complicità del portiere Iacomini). I gialloblu fanno poco, le idee sono una rarità e di conseguenza non sgorga gioco in favore degli attaccanti. La Sorianese si prende il punto, blocca la Viterbese, la inibisce e si tiene nelle zone alte della classifica. Non delude la banda di Scarfini. La Viterbese non sfruttano il pari mattutino del Rieti e resta a tre punti dalla vetta. Continua il brutto rapporto tra la Viterbes e ela gara contro squadre della provincia. E’ stato un derby di quelli sentiti in cui non sono mancati i colpi bassi, le entrate dure. Ai muscoli non sono corrisposte le azioni.  

La Sorianese si affida al 4-4-2 e tiene bene il campo. Scarfini ingabbia la Viterbese con una mediana muscolare (Lazzarini e D’Antoni) che non fanno respirare la Viterbese. Fanno tanta densità i rossoblu cimini, ben messi in campo. Quando allargano il gioco cercano sempre Monteforte puntuale a sovrapporsi sulla destra (Kanku mantiene l’equilibrio sul lato opposto). Quando vanno in verticale c’è la ricerca di Amassoka che allunga la squadra sfruttando la sua velocità e tenendo in apprensione i due centrali gialloblu. La Viterbese si accende ad intermittenza, solo qualche fiammata con i tre incursori alle spalle della prima punta. Non cambia nulla Solimina che opta per lo schieramento che offre le maggiori garanzie. Ci sono i nuovi arrivi (Boccolini, Cirina e Polani): Federici è spostato in mezzo al campo a dare sostanza insieme a Faenzi. Polani è il riferimento offensivo, abile a fare a sportellate.

E’ derby vero: gioco spezzettato, falli ed entrate pericolose: da una parte e dall’altra ci sono proteste. Di gioco se ne vede poco: la gara è molto contratta ma soprattutto carica di tensione. Nessuna delle due tira indietro la gamba e la conseguenza sono i fischi poco puntuali dell’arbitro che alla fine non accontentano nessuno. Oppure il cambio forzato di Solimina che deve fare a meno di Mattia Marini (labbro sanguinante dopo un contrasto con Amassoka) e getta nella mischia Fapperdue. E come in tutti i derby sono gli episodi che segnano la gara: il rigore che sblocca la partita è a favore della Sorianese e lo trasforma Amassoka (39’). Gli risponde Federici che sfrutta una papera di Iacomini (44’). Poche comunque le emozioni: la Viterbese fa fatica a dettare i tempi del match, ha poche idee in mezzo al campo, la Sorianese gioca di rimessa. Sono i muscoli e il nervosismo che prendono il sopravvento, a farne le spese è nell’intervallo il team manager gialloblu Raspoli.

Nella ripresa il clichè è il medesimo: emozioni poche, falli tanti e proteste sparse che rendono il clima elettrico. Scarfini lancia Andreoli e la Sorianese diventa 4-3-1-2 con Maestà qualche passo più indietro. Solimina inverte gli esterni per smuovere una situazione stagnante. E fa entrare Pacenza per Polani senza modificare l’assetto tattico. E Scarfini blinda il derby con l’ingresso di Burelli.

Tredicesima giornata 08/12/2013

Caninese - Villanova                  
0-1
Fonte Nuova - Rieti 2-2
Fregene - Empolitana Giovenzano       
3-0
Futbolclub - Civitavecchia 1-1
Ladispoli - Città di Monterotondo 3-1
Montecelio - Grifone Monteverde 0-2
Montefiascone - Real Monterosi 0-1
Monterotondo Calcio - Cerveteri 1-1
Viterbese Castrense - Nuova Sorianese     
1-1

Classifica dopo la 13° giornata

Rieti                                   30
Viterbese
27

Real Monterosi

25
Sorianese
23
Ladispoli
23
Villanova
21
Grifone Monteverde 21
Futbolclub 20
Civitavecchia 20
Montefiascone 17
Montecelio 17
Cerveteri 15
Monterotondo Calcio 13
Caninese 12
Empolitana 12
Fregene 9
Fonte Nuova
8
Città di Monterotondo 5

Civitavecchia penalizzato di quattro punti

Monterotondo Calcio penalizzato di un punto

Prossimo turno 15/12/2013

Cerveteri - Viterbese Castrense

Città di Monterotondo - Fregene

Civitavecchia - Fonte Nuova

Empolitana Giovenzano - Montefiascone

Grifone Monteverde - Caninese

Nuova Sorianese - Ladispoli

Real Monterosi - Montecelio

Rieti - Monterotondo Calcio

Villanova - Futbolclub





Facebook Twitter Rss