ANNO 9 n° 321
Viterbese alla volta di Prato per la vittoria
I gialloblu, alle 16.30, contro i penultimi in classifica tentano l'accelerata
05/02/2017 - 02:01

di Stefano Renzo

VITERBO – Il Racing Roma che, nell’anticipo di ieri non è andato al di là del pareggio interno (0-0) con il Pontedera, rimane da solo in fondo alla classifica con 14 punti. Ciò per dire che il Prato, che è penultimo con 16 punti, e che oggi pomeriggio (ore 16,30), nella sua seconda gara interna consecutiva, riceve la visita della Viterbese. tenterà il possibile ed oltre per cercare di aumentare il vantaggio sui romani.

Prato o non Prato, la squadra gialloblu è partita, ieri pomeriggio, alla volta della città toscana con la serenità tipica di chi conosce le proprie potenzialità, ma anche con la convinzione che in riva al Bisenzio non sarà una gita di piacere. ''Per trovarsi in quella posizione di classifica – dice il tecnico della Viterbese – il Prato avrà i suoi problemi, almeno li avrà avuti, ma questo è un fattore che deve interessarci solo marginalmente. Se la Viterbese sarà capace di esprimere le sue potenzialità e la sua qualità con l’attenzione, la concentrazione e l’equilibrio necessari, potrà puntare a fare risultato anche in Toscana dove, comunque, troverà un avversario che anche esso ha voglia e necessità di fare punti''.

La Viterbese è alla periferia di Firenze dal tardo pomeriggio di ieri con 20 giocatori. Non sono disponibili gli infortunati Paolelli, Scardala e Sforzini, lo squalificato Cruciani, oltre a Belcastro e Fé i quali ultimi pare siano stati messi fuori rosa. Gli otto rinforzi di gennaio sono tutti nella lista dei convocati e teoricamente tutti pronti a scendere in campo. ''Ci siamo allenati a dovere – assicura Pagliari – il gruppo intero ha risposto bene alle sollecitazioni, compresi coloro che sono arrivati nel corso della settimana i quali mi pare non abbiano incontrato problemi nell’inserimento in un gruppo che li ha accolti senza alcun problema. Adesso la parola passa al campo, quello di un Prato che sono certo si troverà di fronte un osso duro''.

Parlare di formazione con l’allenatore marchigiano è impresa ardua se non impossibile. ''Lo schieramento iniziale – assicura – gli stessi giocatori lo sapranno all’ultimo momento e certo non lo posso anticipare, per il rispetto che debbo ai ragazzi ed anche perché qualche decisione rimarrà in bilico sino alla fine. Posso soltanto dire che cercheremo di fare le scelte migliori, tenendo conto di un insieme di fattori''. Stando a quanto si è visto nella rifinitura di ieri mattina, sostenuta sul campo in terra battuta del Pilastro (il fondo del Rocchi, appena riseminato e riconcimato, ha bisogno di assoluto riposo), Pagliari dovrebbe avere un paio di nodi da sciogliere: uno in difesa dove sono in ballottaggio Miceli e Pacciardi, l’altro a centrocampo con Cenciarelli e Cuffa in lizza per una maglia.

Sul fronte toscano, mister Monaco deve rinunciare al difensore Ghidotti (squalificato) e può disporre del portiere Layeni, tesserato giovedì, un ritorno tra i pali pratesi, ottavo rinforzo dei toscani sul mercato di riparazione.

PRATO (4-2-3-1): Layeni (Melgrati); Catacchini, Marzorati, Danese, Tomi;

Checchi, Carcuro; Piscitella, Tavano, Malotti; De Marchi (Moncini). All. Monaco

VITERBESE (4-4-2): Iannarilli; Celiento, Miceli (Pacciardi), Dierna, Varutti; Falcone, Doninelli, Cuffa (Cenciarelli), Sandomenico; Neglia, Jefferson. All. Pagliari.

ARBITRO: Matteo Gariglio di Pinerolo.

Assistenti: Ibrahim Kamal Jounnes (Torino), Claudio Gualtieri (Ivrea)





Facebook Twitter Rss