ANNO 7 n° 322
Viterbese a Lucca per invertire la rotta
Gialloblu chiamati a portare a casa i tre punti contro i toscani, ore 18.30
06/11/2016 - 02:00

VITERBO – Trasferta in Toscana, ben oltre l’ora del té, oggi pomeriggio per la Viterbese Castrense, che alle 18,30 affronterà i rossoneri della Lucchese allo stadio ''Porta Elisa'' nel capoluogo toscano. Una gara che ha un significato davvero importante per i gialloblu, non tanto per questioni di classifica (la Viterbese è quarta con 20 punti, mentre gli avversari odierni ne hanno 14), quanto per la necessità di dare una sterzata al trend non certo positivo imboccato da qualche settimana. Compresa la sconfitta di mercoledì scorso contro la Robur Siena, costata ai gialloblu l’eliminazione dalla Coppa Italia, nelle ultime quattro gare gli uomini di Cornacchini hanno collezionato due pareggi (uno peraltro rocambolesco all’overtime) e due sconfitte. Bottino magro che non è piaciuto al patron Piero Camilli. L’inversione di tendenza è d’obbligo, quindi, a cominciare da oggi a Lucca, anche se portare via tre punti dal ''Porta Elisa'' non sarà impresa semplice.

La squadra gialloblu si trova già in Toscana da due giorni, visto che per garantire serenità e concentrazione, specie dopo la sconfitta di mercoledì a Siena in Coppa Italia, è andata in ritiro già venerdì. Ritiro da cui, peraltro, non trapela alcuna informazione sulla probabile formazione che il tecnico intenderà mettere in campo. La sensazione, però, dettata anche dalle tante assenze con cui il tecnico della Viterbese deve fare i conti, è che si torni ad un 4-3-3 puro, con Iannarilli tra i pali, Dierna e Scardala in difesa e Varutti e Pacciardi sull’esterno; Cuffa, Cruciani e Cenciarelli a centrocampo; Neglia, Diop e Invernizzi in attacco. 

Anche la Lucchese, squadra allenata da Giuseppe ''Nanu'' Galderisi, ex di turno della gara (chi non ricorda la sua poco felice esperienza sulla panchina gialloblu in C2 nella stagione 2004-2005, quella in cui la Viterbese si salvò ai play out col Tolentino?), dal canto suo dovrà fare a meno di giocatori d’esperienza come Mingazzini e Capuano, e della punta Longobardi. 

Sarà una gara importante anche per il tifo, quella di oggi al ''Porta Elisa''. Le tifoserie della Viterbese e della lucchese sono infatti gemellate, legate da anni da un profondo legame di appartenenza ultras. Anche per questo motivo il Gos del capoluogo toscano ha dato via libera senza problemi all’iniziativa ‘’Porta un amio’’, che permette a chi è titolare di tessera del tifoso di acquistare un biglietto da trasferta per un’altra persona non tesserata. C’è da giurarci che tra rossoneri e gialloblu oggi sarà grande festa, tanto che si stimano almeno 2000 presenze al “Porta Elisa”: qualunque sia alla fine il risultato del campo, oggi sugli spalti sarà un successo in ogni caso.






Facebook Twitter Rss