ANNO 7 n° 293
Viterbese a lavoro, il pensiero va alla Sambenedettese
Sabato la prima partita
10/08/2016 - 02:00

di Stefano Renzo

VITERBO – Gialloblu al lavoro da ieri. Pensando alla gara di Coppa Italia di sabato sul campo della Sambenedettese, primo impegno ufficiale della stagione. Tutti presenti e tutti puntuali all’appuntamento fissato al Rocchi nel primissimo pomeriggio ed alle 15 tutti insieme verso il campo della Scuola Sottufficiali per il primo, consistente, allenamento della settimana.

Tutti presenti, allora, senza tagli di sorta e senza novità (come era stato ventilato da più parti), almeno per il momento. Non sono neanche previsti confronti tra Piero Camilli e Giovanni Cornacchini: ''Non ne so nulla – dice il tecnico – fermo restando che naturalmente sono a completa disposizione della società. Con il presidente ci siamo incontrati venerdì sera, dopo ’amichevole con la Sangiovannese, ed abbiamo parlato a lungo della situazione, alla luce delle tre settimane di ritiro ed in prospettiva futura. Adesso pensiamo alla Sambenedettese ed al modo per non sfigurare, se non vogliamo dire di fare risultato, su una piazza di un certo prestigio, al cospetto di un pubblico che penso sarà numeroso e sicuramente caloroso''.

La condizione atletica della Viterbese non è al massimo, ma neanche precaria. Come è normale che sia quella di una squadra che è reduce da venti giorni di ritiro, venti giorni pesanti. ''Abbiamo lavorato duro a Chianciano – confermano all’unisono Giovanni Cornacchini ed il preparatore atletico Mario Fei – cercando di incamerare quanta più condizione possibile. Adesso dobbiamo variare un po’ il lavoro, dedicandoci a velocizzare i movimenti e di conseguenza il gioco.

Questa settimana sarà quindi finalizzata alla velocità, in modo da essere, sabato, all’altezza della situazione per un test difficile ed importante. I novanta minuti nelle gambe? Dopo tre settimane di lavoro nessuno ha novanta minuti nelle gambe, neanche in serie A. Bisogna essere bravi a gestire le forze nell’arco della partita, evitando partenze brucianti che comporterebbero finali a corto di fiato, ma questo è un problema comune a tutti, chi più e chi meno, in questo periodo dell’anno''.

 La squadra torna ad allenarsi oggi quando sosterrà una doppia seduta. Al mattino lavoro atletico in palestra, nel pomeriggio, ancora alla Scuola Sottufficiali, seduta prettamente tecnica, iniziando a parlare di modulo, di tattica e di uomini da proporre inizialmente al Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto. Il programma di lavoro della settimana prevede anche una seduta giovedì e la cosiddetta rifinitura venerdì mattina. Subito dopo quest’ultimo allenamento, la Viterbese partirà alla volta dell’Adriatico dando inizio alla sua prima trasferta stagionale.






Facebook Twitter Rss