ANNO 10 n° 24
Viterbese a caccia di punti col Terracina
Non convocati Saraniti e Fadda
per un ritardo agli allenamenti
22/03/2015 - 00:29

di Tommaso Crocoli

VITERBO - Contro il Terracina per dare continuità al percorso di crescita iniziato due settimane fa, con l'avvento di Maurizio Ianni sulla panchina della Viterbese, e per difendere la seconda piazza in graduatoria, obiettivo minimo in questo finale di stagione funzionale più che altro alla preparazione dei play-off.

I gialloblu scendono in campo al Rocchi (con la tribuna riaperta ai tifosi dal giudice sportivo) contro un avversario sulla carta tutt'altro che pericoloso, visto il penultimo posto solitario in fondo alla classifica. Il mister gialloblu, però, ha chiarito di non badare troppo alle circostanze: ''Quello che conta, domani, sarà vedere il giusto atteggiamento della squadra. Non dobbiamo perdere neanche un minuto di questa sfida, sappiamo qual è il nostro compito e dobbiamo portarlo a termine''.

Non saranno della partita Saraniti e Fadda, non convocati per un ritardo all'allenamento del sabato. Una scelta decisa e condivisa dalla società, che in vista di un finale di stagione importante, con gli spareggi a maggio da onorare, pretende la massima professionalità dai suoi tesserati. In campo si dovrebbe andare verso la conferma del nuovo 4-3-3 già visto contro l'Astrea, quando a un buon primo tempo seguì una ripresa sottotono.

''Domenica scorsa la partita si era indirizzata bene, non siamo stati bravi nel secondo tempo sul gol subito - prosegue Ianni - e dopo l'1-1 non abbiamo più letto bene la gara: con gli avversari a coprirsi, accontentandosi del pari, abbiamo insistito su un giro palla fine a sé stesso invece di cercare soluzioni più coraggiose. Ma rispetto al match col Sora, quando la squadra mi era sembrata timorosa e un po' impaurita, i progressi ci sono stati''.

In campo non dovrebbero esserci troppe sorprese: Zonfrilli confermato tra i pali, dietro rientra dalla squalifica Dalmazzi, pronto a tornare in tandem con Scardala a protezione dell'estremo difensore. Al centro il trio Nuvoli-Giannone-Assenzio, con Pippi prima punta al posto del non convocato e Morini a giocarsi una maglia da titolare con i favoriti Pero Nullo e Neglia. Assenti anche Oggiano e Pacciardi, fermati dal giudice sportivo.





Facebook Twitter Rss