ANNO 9 n° 232
Viterbese - Flaminia Tuscia di Coppa
Al Rocchi (ore 14.30) c'è il derby con la Flaminia. Nofri: ''Non la snobbiamo''
25/11/2015 - 02:01

VITERBO – Mercoledì di straordinari per la rinata Viterbese, impegnata questo pomeriggio (ore 14,30) all'Enrico Rocchi nel derby contro i cugini della Flaminia Civita Castellana, per i trentaduesimi di finale della Coppa Italia di serie D.

C'è chi la snobba, chi la considera una zavorra, chi magari preferirebbe restare a casa. Discorsi, questi, che non esistono nell'emisfero gialloblu, squadra chiamata a vincere sempre e comunque, per volevere del patron Piero Camilli, qualsiasi sia la posta in palio.

''Questa competizione la snobba chi non crede di poterci arrivare in fondo - ha detto il tecnico Federico Nofri in presentazione alla partita - Dopo il campionato chiaramente, è la seconda competizione utile che può farti vincere qualcosa. Sicuramente ci sarà spazio per chi ha giocato meno, e questa per noi è anche un'esigenza - sottolinea -  ma sul fatto di voler vincere la gara e la voglia di passare il turno, non si discute''.

Allora in campo le ''seconde linee'', (che poi farebbero comodo a mezza serie D) e chi non potrà scendere in campo contro l'Olbia domenica perché fermato da squalifica.

Difficile comunque dire dove il tecnico umbro andrà a pescare, anche se si possono dare quasi per certi gli utilizzi di Mastropietro in porta, Scardala, espulso domenica, e Dalmazzi in difesa. Oggiano in mezzo al campo, Romeo avanti  e quello di Stefano Sevatico, ultimo arrivato in casa gialloblu e chiamato oggi all'esordio ufficiale.

''Sicuramente Selvatico sarà in campo dal primo minuto - conferma Nofri - il giocatore deve trovare il ritrmo partita e penso che con il tempo si saprà insierire molto bene. Per il resto - prosegue - ho la fortuna di avere tutti giocatori forti in rosa, quindi chiunque scenderà in campo corrispond a una sicurezza. Nell'allenamento di ieri abbiamo provato diverse soluzione, deciderò prima della gara quale adoperare''.

Poi sull'avversario: ''Penso che anche la Flaminia attuerà un po' di turnover, soprattutto dando spazio ai giovani. Dovremo quindi essere bravi a sfruttare la nostra maggiore esperienza - spiega l'ex allenatore Arezzo - ragionando sempre anche sul fatto che domenica abbiamo una partita importante contro l'Olbia. Queste ultime vittorie in campionato ci hanno molto rafforzzato - conclude - Ora dobbiamo proseguire sulla stessa strada anche in Coppa''.

La società per l'occasione ha deciso di abbassare i prezzi dei biglietti (5 euro la curva, 10 la tribuna centrale e 15 quella vip) cos' da poter dare una spinta in più alla squadra.

Se in casa Viterbese la Coppa è visto come un obiettivo, in casa dei civitonica la Coppa è vista in ben altra maniera. ''Ci dà la possibilità di dare spazio a chi ha giocato meno - ha detto nei giorno scorsi il presidente rossoblu, Roberto Ciappici - è chiaro che vincere la straprovinciale farebbe piacere, ma i nostri obiettivi sono altri''.  Flaminia che applicherà un ampio turno over,  in consederazione degli infortuni e della difficile trasferta che attende i rossoblu domenica sul campo della Torres.

Per la gara prezzi ribassati da parte della società di via della Palazzina: 15 euro per la tribuna centrale, 10 per la laterale coperta e 5 per le curve.





Facebook Twitter Rss