ANNO 9 n° 324
Viterbese, vieni avanti reatino
Allo Scopigno, ore 16,30, i gialloblu cercano la vittoria che vale la promozione
Gregori ha la rosa la completo: ballottaggio Faenzi - Marinelli, torna Cerone
01/05/2014 - 02:00

di Domenico Savino

VITERBO – Finalmente è calcio giocato: è finito il tempo delle parole e dei proclami. Spazio al campo, al rettangolo verde che darà l’ultimo verdetto. E arrivato il giorno di Rieti – Viterbese, la partita che segna il destino delle due formazioni in lotta per la vittoria del girone A d’Eccellenza laziale. I gialloblu partono in vantaggio e devono difendere la vetta della classifica, i reatini hanno l’obbligo di vincere e potrebbe anche non bastare. Sarà un primo maggio particolare: si tratta di una prima volta per il calcio del Lazio, un turno infrasettimanale di giovedì che presenta un menù ricchissimo la cui prelibatezza è la partita del Manlio Scopigno.

Tuttavia sarà un derby monco a causa dell’assenza dei tifosi della Viterbese a cui è stata preclusa la trasferta per motivi di ordine pubblico. Sarà comunque una festa di sport: il rammarico è che non tutti potranno assistere. Oltre alla diretta on line di ViterboNews24 ci sarà comunque una curva gialloblu: quella che si formerà in piazza Unità d’Italia. I tifosi potranno riunirsi e ascoltare la cronaca del derby grazie alla collaborazione tra il programma radiofonico di Radio Verde Diretta Sport, la Viterbese e il Comune di Viterbo. Uno sforzo globale per venire incontro alle tante richieste dei supporters gialloblu.

QUI VITERBESE – Tutti a disposizione di Attilio Gregori. Il tecnico gialloblu può effettuare le sue scelte in pienezza d’organico. Nessuno vuole mancare e la squadra sta lavorando sodo da lunedì: non c’è stata la giornata di pausa a causa degli impegni ravvicinati. L’ex allenatore del Frascati sfoglia la margherita e terrà per sé le ultime decisioni. Può contare sul rientro del capitano Daniele Federici che ha recuperato ed è stato tenuto a riposo contro il Cerveteri perché diffidato.

In sostanza si tratta di capire se opterà o meno per le due punte (più due esterni larghi e riproporre la squadra che ha battuto i ceretani) o per un atteggiamento più attento, ma comunque propositivo, cioè affidarsi ad una mediana di sostanza con Faenzi e Federici (mediani d’equilibrio) ai lati di Giannone e consentire a Pero Nullo di liberare il suo estro sulla fascia. Accanto a Vegnaduzzo torna Cerone (in ombra a Soriano) che deve fare da raccordo con il centrocampo. Difficile che il tecnico azzardi due esterni alti di spinta e altrettante punte: il rischio è di sbilanciare la squadra sin dall’inizio. Magari questa scelta potrebbe essere più utile a gara in corso. Pertanto la Viterbese potrebbe essere la seguente: Cima; Rausa, Fapperdue, Cirina, Fe; Faenzi, Giannone, Federici, Pero Nullo; Vegnaduzzo, Cerone.

QUI RIETI – Anche Francesco Punzi ha preparato a dovere il derby. Da qualche settimana non può contare su Mario Artistico, ma il rendimento della squadra non è calato: dieci reti nelle ultime due partite sono il segnale che il Rieti trova con una certa facilità la via del gol. Sono tornati in pianta stabile nell’undici titolare sia Cardillo che Gigi Ruggiero. E il rendimento della squadra è in crescita. Probabilmente né Fonte Nuova, né Monterotondo sono test importanti, resta la capacità con cui gli amarantocelesti arrivano negli ultimi sedici metri. E la loro presenza è assicurata. Il dubbio riguarda la presenza di Castellano uscito malconcio dalla sfida contro gli eretini. Per il resto difesa fata con Menichetti e Gigliucci esterni D’Andrea e l’ex Ingiosi centrali.

Mediana che si basa sulla fisicità di Gay, la capacità di inserimento di Sabatino e l’under Carrer. In attacco oltre a Cardillo e Ruggiero ci sarà Pezzotti. La prevendita è partita a rilento, ma la società del patron Fedeli si attende un’impennata nelle ore precedenti la partita. Il Rieti sa che non può sbagliare nulla e punta sul calore della sua gente.

LUTTO IN CASA CAMILLI, LA NOTA DELLA VITERBESE - ''La squadra, lo staff tecnico e dirigenziale, il Settore Giovanile e tutto il personale dell'ADC Viterbese Castrense esprime le più sentite condoglianze a Piero Camilli e si stringe affettuosamente a tutta la Sua famiglia per la perdita del fratello Silvio''. La squadra inndosserà il lutto al braccio.





Facebook Twitter Rss