ANNO 7 n° 325
Viterbese, strappati i tre punti a Piacenza
Buona la prima per Nofri Onofri grazie al goal dell'ex di turno Andrea Razzitti
16/10/2017 - 23:44

VITERBO – Vittoria in trasferta con errori, gol sbagliati, e qualche brivido di troppo. La Viterbese espugna il Garilli con un gol di Razzitti ma il Piacenza morde il freno fino alla fine. Decide una difesa ferrea ed uno Iannarilli, al solito, in grande spolvero.

La Viterbese del nuovo corso parte subito in maniera sfrontata. Angolo di Vandeputte, testa di Atanasov, bella respinta del portiere piacentino, sulla respinta la mischia in area porta solo un piccolo brivido. Claudio Mele, che sostituisce Federico Nofri Onofri per due giornate di squalifica, si sbraccia in panchina. Il Piacenza sale di tono, al 7' Pergreffi, spintosi in avanti su un calcio da fermo, prova la rovesciata ma Pacciardi lo contrasta in qualche modo, poi il 'mohicano' biancorosso si trova, dopo un rimpallo, il pallone tra i piedi ma, con il mancino, spara alle stelle da ottima posizione. E' una fase di gioco, questa, favorevole al Piacenza che schiaccia gli avversari.

La Viterbese, però, non trema anzi ribatte colpo su colpo. La 'fisarmonica' della mediana ospite si fa valere, Zecca impensierisce non poco Iannarilli con un tocco a due passi dalla porta. Vola con una mano il portiere gialloblù a salvare il risultato. Al 20', però, arriva il vantaggio della Viterbese. Tortori avanza, Scaccabarozzi tocca inavvertitamente per Razzitti il quale fa due passi poi esplode un destro che toglie le ragnatele all'angolino. Subito dopo l'attaccante, ex di turno, arriva di corsa sotto la tribuna per zittire i fischi dei suoi ex tifosi. Mani alle orecchie per ascoltare se ci sono ancora improperi o altro. Il biondo attaccante viterbese rimedia solo un'ammonizione. Il Piacenza, colpito in pieno volto, barcolla e non riesce a replicare. Al 33' Iannarilli si distende su un tiro di Scaccabarozzi, subito dopo Zecca gira al volo un cross da destra, palla di poco sul fondo. Al 37' un altro flash di Razzitti per Tortori che affonda dopo un fallo da dietro di Bertoncini. Rigore ed espulsione. Dagli undici metri Tortori è bravo ma Fumagalli lo è di più ed il suo volo è proditorio. La Viterbese continua a pressare, Cenciarelli non chiude una volata quindi al 40' azione Tortori-Razzitti, Fumagalli esce alla grande salvando ancora la propria porta.

Nella ripresa il Piacenza affonda i colpi. Mora, al 15', sfiora il palo. Scaccabarozzi ci prova sempre, riesce anche a sorprendere la difesa cimina (19') ma l'arbitro ferma tutto per fuorigioco. Cominciano i cambi, la Viterbese rallenta i ritmi, Razzitti approfitta di un rimpallo, la mette dentro ma l'arbitro ferma tutto per fuorigioco. Gli ospiti continuano ad avere due ali molto larghe, il Piacenza, in venti secondi, colleziona due palle gol con Scaccabarozzi ma Iannarilli si conferma come uno dei migliori portieri della categoria salvando il risultato in entrambe le occasioni. Il Piacenza spara le ultime cartucce, Kabashi illumina Peverelli che, di piatto, centra il palo a Fumagalli battuto. Nelle battute finali il Piacenza non ne ha più, perde Silva per offese all'arbitro e la Viterbese porta a casa la vittoria nonostante l'espulsione di Razzitti.






Facebook Twitter Rss