ANNO 7 n° 351
Viterbese, Santo Stefano di lavoro
Oggi pomeriggio di nuovo al Rocchi per i primi allenamenti dopo il Natale
26/12/2016 - 02:02

VITERBO (s.r.) – Santo Stefano di lavoro per la Viterbese. Mentre arrivano indiscrezioni, più che notizie, su presunti movimenti di mercato. I gialloblu, che hanno trascorso in famiglia la vigilia ed il giorno di Natale, tornano infatti ad allenarsi oggi pomeriggio allo stadio Rocchi per iniziare a preparare la prossima gara, quella di venerdì 30 dicembre quando alla Palazzina ospiteranno i toscani del Tuttocuoio. Poi, il campionato andrà in vacanza, una lunga sosta fino al 22 gennaio.

Dino Pagliari, che venerdì scorso ha scontato il turno di squalifica e quindi potrà tornare regolarmente in panchina, spera di registrare ulteriori progressi nell’applicazione del “suo” calcio da parte del gruppo. Sicuramente il tecnico marchigiano continuerà in questi quattro giorni che lo separano dalla gara di venerdì in un intenso lavoro alla ricerca degli uomini che più degli altri dimostreranno di essere in grado di poter dare il loro contributo al fine di poter chiudere nel modo migliore il 2016. Per prima cosa ci saranno da verificare le condizioni fisiche di coloro che per un motivo o per un altro hanno disertato, comunque non sono stati impiegati, la trasferta di Cremona. Poi si potrà pensare alle scelte. E non va dimenticato che questa contro il Tuttocuoio potrebbe essere l’ultima apparizione sul proscenio del Rocchi per più di un elemento, per coloro che sono destinati a cambiare aria alla riapertura del calcio mercato (martedì 3 gennaio).

Nessuna indicazione, al momento, sul nome di chi partirà, anche se le supposizioni sono tante e spesso convergenti, così come non si va al di là delle indiscrezioni più o meno attendibili sui rinforzi che arriveranno. Anche in questo caso, le ipotesi si rincorrono e “radio mercato” sforna quotidianamente nomi e cognomi di potenziali arrivi in gialloblu. L’ultima ipotesi, ultima in ordine di tempo, risale alla vigilia di Natale e parla di Davide Bariti, un esterno alto del quale si parla molto bene, attualmente nelle file dell’Ancona con 17 presenze ed un gol, la passata stagione nel Rimini (23 gettoni di presenza), l’anno precedente alla Lupa Roma (26, 1 rete). Davide Bariti, classe 1991, spezzino di nascita, vanta anche due presenze in serie A, con la maglia del Napoli, 36 in B (con Vicenza e Triestina) ed ha indossato pure le casacche di Avellino (C1), e Carrarese (C2).

Qualche giorno prima si era parlato di un interessamento della Viterbese per Luca Giannone, attaccante 27enne napoletano, dal gennaio 2016 alla Casertana, prima con le maglie di Reggiana, Crotone, Pro Patria, Bologna (in B), Matera e Lecco, ed era stato accostato alla società di via della Palazzina anche il centrocampista Giuseppe Pirrone, 30 anni, siciliano di Alcamo, (pare) in uscita da Taranto, lo scorso anno a Pavia, prima ad Ascoli (in C e B), a Trapani per 4 stagioni e a Manfredonia, sempre in C. Infine, il nome che fa capolino in queste ultime ore è quello di Giacomo Tulli, 29 anni, attaccante esterno, da due stagioni al Sudtirol Bolzano, oltre 240 presenze nelle serie C e B (col Vicenza) indossando le casacche di Fermana, Sambenedettese, Mezzocorona, Rimini, Pisa, Ancona.






Facebook Twitter Rss