ANNO 6 n° 177
Viterbese, quanto sei bella Roma
A Trastevere vittoria di platino della capolista (1-0, Pacciardi), ora a +7 sul Rieti
06/03/2016 - 16:28

TRASTEVERE – VITERBESE 0-1

Trastevere (4-4-2): Apruzzese; Menichetti, Sbardella, Paolacci, Cinti; Panico (31st LoRusso), Gissi, Luciani, Cinque; Cicino, De Vincenzo (37st Proietti). A disposizione: Dosmi, Savatteri, Rinaldi, Rinaldi, Mastromattei, D'Ambrosio, Taviani, Allegrini. Allenatore: Sergio Pirozzi

Viterbese (4-3-1-2): Pini; Pandolfi, Pomante, Scardala, Pacciardi; Ansini, Cuffa, Nuvoli (14st Boldrini); Belcastro (26st Neglia); Invernizzi, Bernardo. A disposizione: Mastropietro, Perocchi, Fe', Dierna, Desena, Mbaye, Vegnaduzzo. Allenatore: Federico Nofri Onofri

Arbitro: Bertelli di Busto Arsizio (Garofalo – Montuori)

Marcatori: 5' Pacciardi

Note. Ammoniti: Cinque (T). Angoli: 1-4. Recupero: 0pt-3st

ROMA – Vittorie così fanno capire quanto anche gli dei siano dalla parte della Viterbese. Un gol, tanta sofferenza, zero spettacolo, ma la Viterbese è sempre prima, guadagna sul Rieti (che giocherà a Muravera, in recupero, solo domenica prossima) e vede il Grosseto come nuova, momentanea, inseguitrice più vicino.

Clicca qui per vedere le immagini della partita

Contro il Trastevere, il massimo del risultato, si diceva, ma la consapevolezza che il traguardo s'avvicina, e se anche il fato è così ben disposto c'è da crederci davvero. Altro dato importante: il gol da tre punti e dai tanti risvolti potenziali, lo ha segnato Pacciardi, esterno chiamato ad una maglia da titolare un po' a sorpresa.

La formazione. Nofri tiene a riposo Fe', un po' appannato dopo mesi e mesi di sgroppate sulla fascia, e sulla sinistra gli preferisce Pacciardi. A centrocampo, confermati Nuvoli e Ansini ('96 obbligatorio visto che Pacciardi è un '95), torna Cuffa in luogo dello squalificato Selvatico. Davanti tutto come sempre: Belcastro libero di muoversi tra le due linee e di inventare per il duo Invernizzi-Bernardo.

Quando si dice la provvidenza. Proprio Pacciardi, dopo cinque minuti, sblocca il risultato. Sul calcio d'angolo di Belcastro, Cuffa spizza di destra, la palla arriva sul secondo palo dopo è appostato l'esterno gialloblu, che di testa insacca per la gioia del centinaio di tifosi ospiti sugli spalti del Bachelet.

Al 15' il Trastevere potrebbe anche pareggiare, ma Cinque quando tocca la palla sulla prodigiosa respinta di Pini è in posizione irregolare: tutto annullato. La Viterbese si limita a controllare, mentre i rionali provano una reazione che però non si concretizza. Sulle ripartenze, allora, ecco che arriva qualche occasione per gli ospiti, tipo quella per Invernizzi al 29': il tiro dell'uruguaiano però è facile preda di Apruzzese.

Al quarantesimo ancora il portiere ex Civitavecchia, fedelissimo di mister Pirozzi, si supera su una deviazione da due passi di Bernardo, che aveva intercettato la punizione di Belcastro: pallone in angolo. Poi è Invernizzi di testa a mancare di poco lo specchio della porta. Ma nel finale è il Trastevere a fare paura: Cinti vola sulla sinistra e mette in pezzo, dove Panico colpisce a botta sicura, ma Pini è strepitoso a deviare in corner.

Ad inizio ripresa i padroni di casa spingono, approfittando anche di qualche errore di troppo della Viterbese. Al 7' è Cinque a provarci da fuori area, in seguito ad uno scherma su punizione dalla tre quarti: sul fondo. Cuffa prova a tamponare le falle del centrocampo, mentre Nofri prova a correre ai ripari, inserendo Boldrini per un Nuvoli un po' deconcentrato.

Passa il tempo, e al 25' la Viterbese approfitta di un errore in disimpegno di Minichetti per andare vicino al raddoppio: è Cuffa a mancare l'attimo fuggente, poi Pacciardi non riesce a recuperare. Peccato, una buonissima occasione mancata. Per sfruttare meglio il contropiede, allora, ecco che Nofri inserisce il velocissimo Neglia al posto di Belcastro: il modulo si trasforma in un 4-3-3 e l'ex Salernitana affonda subito sulla fascia ma viene fermato da una grande chiusura di Menichetti.

Il Trastevere esaurisce la benzina, la Viterbese conta i minuti che mancano al triplice fischio e allora si distrae, pure con l'esperto Boldrini e Bernardo, e manca qualche occasione. Così rischia di capitolare sul più bello, anche se l'esperienza di Cuffa prima e di Pomante poi evitano il disastro.

Dopo tre minuti di recupero – e tanta ansia aggiuntiva – ecco la fine. Ora, in attesa del recupero del Rieti della gara di domenica scorsa, la Viterbese ha tre settimane di pausa in attesa della sfida del Rocchi proprio contro i sabini. Lì si capirà tutto, ma di qui al 30 marzo (lo slittamento dipende dal concomitante torneo di Viareggio) c'è tutto il tempo per stare a guardare. Da capolista indiscussa.

Serie D - Girone G 27esima giornata

Nuorese – Albalonga 2-2

Grosseto – Arzachena 4-2

Olbia – Astrea 3-1

Castiadas – San Cesareo 1-1

Lanusei – Cynthia 0-1

Rieti – Muravera (rimandata a domenica 13 marzo)

Flaminia – Ostiamare 0-0

Torres – Budoni 2-1

Trastevere – Viterbese 0-1

La classifica

Viterbese 59 

Grosseto 53 

Rieti 52 

Olbia* 50 

Arzachena 48 

Torres** 48 

Albalonga 44 

Nuorese 41 

Trastevere 33 

Ostia Mare 32 

Flaminia C.C. 29 

Budoni 27 

Castiadas 27 

Lanusei 26 

Cynthia 26 

Muravera 25 

San Cesareo 24 

Astrea 13 

(*Un punto di penalizzazione) 

(** Quattro punti di penalizzazione)






Facebook Twitter Rss