ANNO 10 n° 52
Viterbese, per ora niente Lega Pro
Ripescate Albinoleffe e Pordenone, nei prossimi giorni saranno colmati i vuoti
04/08/2015 - 16:56

VITERBO - Pordenone e Albinoleffe ripescate in Lega Pro, il Seregno invece resta al momento a bocca asciutta a causa dei problemi legati allo stadio. Il Brescia vola in serie B, dove prende il posto del Parma fallito e finito tra i dilettanti.

Questo quanto stabilito dal Consiglio Federale della Figc, riunitosi oggi pomeriggio a Roma. E la Viterbese? Per ora niente salto tra i professionisti. E d'altronde c'era da aspettarselo, visto che la domanda presentata dalla società gialloblu era incompleta dei 500 mila euro a fondo perduto previsti.

Ora, però, i gironi andranno completati. In teoria il format infatti resta da sessanta squadre, al momento se ne contano 53. Nei prossimi giorni la Federazione prenderà in considerazione la posizione delle squadre interessate al salto di categoria in base alla graduatoria stilata nelle scorse settimane (Viterbese quinta).

Resta lo scoglio dei 500 mila euro che, salvo sorprese, la famiglia Camilli difficilmente si deciderà a pagare. Quella che potrebbe scatenarsi è però una battaglia a colpi di ricorsi, che potrebbe allungare non poco i tempi della pratica.

Intanto la Viterbese si è tutelata confermando il centrocampista Nuvoli e andando ad acquistare due difensori, Dierna e Pomante, che proprio dalla Lega Pro sbarcano a Viterbo. Gente, insomma, pronta a dar battaglia in entrambe le categorie. La lunga estate del calcio italiano, insomma, rischia di durare ancora a lungo.





Facebook Twitter Rss