ANNO 9 n° 265
Viterbese, pari nella bagarre di Cerveteri (1-1)
15/12/2013 - 13:02

di Domenico Savino

CERVETERI - VITERBESE CASTRENSE 1-1

CERVETERI (4-4-2) Notari, Formicone, Tinazzi, Attardo, Paraschiv, Lelli (28’ st Lo Schiavo), Di Giacinto, Castelletti (21’ st Di Chiara), Abis, CeRaloni. Bentivoglio. A DISPOSIZIONE Del Gaudio, Bresciani, Coda, Fanti, Cosenza ALLENATORE Antolovic

VITERBESE CASTRENSE (4-4-2) Boccolini; Rausa, M. Marini, Cirina, Toto; Pero Nullo, Faenzi, Cerone (dal 19’ s.t. De Vizzi), Giurato; Vegnaduzzo (dal 30’ s.t. Marinelli), Polani (dal 41’ p.t. Fapperdue) A DISPOSIZIONE Cima, Ravoni, Ghezzi, Pacenza ALLENATORE Solimina

ARBITRO D’Amato di Siena

RETI nel p.t. al 34’ Pero Nullo (V); nel s.t. Di Chiara (C)

NOTE giornata soleggiata, si è giocato su un campo in sintetico. Ammoniti Abis, Attardo, Di Giacinto per il Cerveteri; Pacenza, Fapperdue, De Vizzi e M. Marini per la Viterbese Espulsi Ceraloni per il Cerveteri; M. Marini e Cirina per la Viterbese; allontanato il tecnico della Viterbese Solimina per proteste Angoli 2-1 per il Cerveteri Recupero 2 + 4

VITERBO – La Viterbese si impantana a Cerveteri. E lo fa in condizioni di emergenza: i gialloblu terminano la contesa in nove uomini al termine di una battaglia sportiva che alla fine conta sette ammoniti e tre espulsi. Una frenata che rischia di allontanare dalla vetta la Viterbese in attesa della gara pomeridiana del Rieti. E in ottica big match pre natalizio la Viterbese non avrà i centrali difensivi. Del clima di tensione ne fa le spese anche Solimina che in occasione del pareggio del Cerveteri viene allontanato. La sfida di Cerveteri si trasforma in un calvario: eppure Pero Nullo aveva trovato il vantaggio, ma il primo rosso di Mattia Marini ha subito cambiato le carte in tavola. Tuttavia è stata una sequela di cartellini che hanno azzoppato entrame le formazioni. E la Viterbese è sembrata una squadra piatta, che ha avuto un approccio molle alla gara e che alla lunga ha pagato la mancanza di un regista.

Solimina ha gli uomini contati e opta per il 4-4-2: modulo caldo e rassicurante che consente una più adeguata copertura del campo. Non manca comunque la qualità: Cerone va in mezzo al campo per prendere in mano le redini del gioco. O almeno dovrebbe farlo: arretra il suo raggio d’azione, ma perde imprevedibilità. Pero Nullo percuote il suo lato di competenza. Attacco pesante: Vegnaduzzo e Polani si dividono la prima linea. C’è poco spazio in campo: il Cerveteri fa un’ottima attività di presidio del campo: non lascia respirare la Viterbese, ne inibisce le fonti di gioco. Antolovic bada a non prenderle.

La gara vive una lunghissima fase di studio in cui la Viterbese cerca di capire come affondare il colpo. Non è semplice contro un Cerveteri piuttosto abbottonato. Ma il rosso a Mattia Marini spariglia le strategie iniziali, perchè i gialloblu si trasformano in 4-4-1 con Fapperdue che si piazza in difesa e Vegnaduzzo lasciato in attacco a fare a spallate con i centrali di casa. Il cambio è logico, l‘unico possibile. Tuttavia anche il Cerveteri fa del suo per complicarsi la vita: c’è un rosso anche per Ceraloni, poi i gialloblu termineranno in nove.

Poche emozioni, la partita sembra un scatola chiusa, un imbuto dal quale è difficile uscire. I gialloblu comunque trovano la chiave per sbloccare l’inerzia di un match sonnolento. E’ Pero Nullo (34’) che sfrutta una mischia in area dopo un cross di Rausa e lo zampino di Vegnaduzzo. Ma la gara cambia quando i gialloblu restano in dieci: Abis provoca il secondo giallo di Mattia Marini e costringe la Viterbese a giocare oltre un’ora in inferiorità numerica.

E’ l’inizio di una contesa differente, fatta di maggiore agonismo. Ma il Cerveteri ristabilisce la parità numerica all’alba della ripresa con il rosso a Ceraloni. Ora i contrasti aumentano, mentre le occasioni continuano a latitare. Solimina si cautela con l’ingresso di De Vizzi per Cerone. Ma è un fuoco di paglia, perché i gialloblu perdono banalmente un pallone a centrocampo, il Cerveteri parte in contropiede e Cirina commette fallo in area: è rosso (gialloblu in nove) e rigore che Di Chiara trasforma (27’). Saltano i nervi: viene allontanato Solimina (per proteste) che ordina il cambio di Marinelli per Vegnaduzzo. Finale di palpitazioni, ma il pari è sigillato.

Quattrodicesima giornata 15/12/2013

Cerveteri - Viterbese Castrense                
1-1
Città di Monterotondo - Fregene 0-2
Civitavecchia - Fonte Nuova 4-3
Empolitana Giovenzano - Montefiascone 1-1
Grifone Monteverde - Caninese 2-2
Nuova Sorianese - Ladispoli 2-2
Real Monterosi - Montecelio 1-1
Rieti - Monterotondo Calcio

3-1

Villanova - Futbolclub 1-0

Classifica dopo la 14° giornata

Rieti                                   33
Viterbese
28

Real Monterosi

26
Sorianese
24
Ladispoli
24
Villanova
24
Civitavecchia 23
Grifone Monteverde 22
Futbolclub 20
Montefiascone 18
Montecelio 18
Cerveteri 16
Monterotondo Calcio 13
Caninese 13
Empolitana 13
Fregene 12
Fonte Nuova
8
Città di Monterotondo 5

Civitavecchia penalizzato di quattro punti

Monterotondo Calcio penalizzato di un punto

Prossimo turno 22/12/2013

Fonte Nuova - Villanova

Fregene - Nuova Sorianese

Futbolclub - Caninese

Ladispoli - Cerveteri

Montecelio - Empolitana Giovenzano

Montefiascone - Città di Monterotondo

Monterotondo Calcio - Civitavecchia

Real Monterosi - Grifone Monteverde

Viterbese Castrense - Rieti





Facebook Twitter Rss