ANNO 8 n° 53
Viterbese, occasione presa al volo
Meno 6 dal Livorno: gli uomini di Stefano Sottili volano in seconda posizione
11/02/2018 - 20:27

VITERBO - Era la partita del morale. La Viterbese non vinceva da due giornate e serviva il Gavorrano, fanalino di coda, per ritrovare la giusta marcia. E per allungare la classifica vista la sconfitta del Lvorno. Infatti, dopo neanche 5 minuti, Michele Rinaldi prende il pallone e lo insacca alle spalle di Falcone. Così. Freddo e secco senza pensare e dar modo di difendersi. Proprio come chi vuole archiviare la pratica senza lasciarla aperta troppo a lungo.

Un po' di riscaldamento e il vantaggio immediato e fulmineo da parte di uno dei nuovi arrivi: nulla di più soddisfacente. Il Gavorrano si chiude in difesa sotto le indicazioni di Giovanni Langella che sostiuisce lo squalificato allenatore Favarin. E la Viterbese non riesce ad andare oltre l'uno a zero prima di rientrare negli spogliatoi, anzi, deve sopportare anche un paio di brividi. La causa è anche una certa leggerezza in fase offensiva. De Sousa non soddisfa e Calderini sbaglia molto nel giorno in cui Vandeputte non sorprende come abitualmente riesce a fare. Bisogna aspettare il 61' per un lampo che illumina il Rocchi: è proprio De Sousa a prendere palla in area. Controlla di destro e insacca, da pochi metri, di sinistro.

Un gran goal che addolcisce la prestazione fino a quel momento insufficiente. Dopo il due a zero si ricomincia a soffrire, ma con una sicurezza in più. Il triplice fischio finale sancisce l'avvicinamento al Livorno e l'allungo sul Pisa: gli amaranto rimangono solamente a sei lunghezze e la prossima settimana osserveranno il turno di riposo, i toscani hanno pareggiato con il Prato. E domani il Siena se la vedrà con la Carrarese. Per i gialloblu, momentaneamente secondi, testa a Piacenza.





Facebook Twitter Rss