ANNO 9 n° 204
Viterbese, meno grave del previsto l'infortunio di Diego Cenciarelli
A riposo assoluto per tre settimane
01/03/2017 - 07:35

VITERBO (s.r.) - E’ meno grave di quanto si era inizialmente temuto l’infortunio al ginocchio di Diego Cenciarelli. Il centrocampista della Viterbese, ieri al Rocchi insieme al dottor Sandro Zucchi, nello scontro fortuito con un avversario ha riportato, come dice il medico della Viterbese sulla scorta di quanto ha evidenziato la risonanza, ''una forte distorsione, con lesione di terzo grado, al collaterale esterno ed al crociato, un problema per il quale è da escludere qualsiasi tipo di intervento chirurgico''. Cenciarelli dovrà applicare un tutore al ginocchio infortunato e dovrà rimanere a riposo assoluto per tre settimane.

''Tra venti giorni – dice ancora il dottor Zucchi – verranno fatti altri accertamenti e se le cose saranno migliorate nella misura in cui crediamo ed auspichiamo, Cenciarelli potrà riprendere la riabilitazione dell'arto e quindi ad allenarsi''. Tradotto, se tutto va come deve andare, la stagione per la pedina del centrocampo gialloblu può non essere conclusa, come anche lo stesso giocatore aveva temuto fino a questa mattina.

Da un infortunio ad un altro per registrare che Jefferson, reduce da una settimana di fermo per un problema muscolare, ieri è tornato a lavorare, seppure gradualmente, con il gruppo. Questa mattina, l’attaccante brasiliano si sottoporrà ed esami di controllo per verificare se il problema è clinicamente risolto ed in questo caso potrà tornare ad allenarsi a pieno regime. Vederlo in campo nella gara di sabato, al momento attuale è possibile sperarlo, ma è prematuro affermarlo.

Contro il temibile Giana sarà invece sicuramente assente Daniele Celiento per il quale è puntualmente scattato il turno di squalifica per recidività in ammonizioni dopo il cartellino giallo, quinto stagionale, rimediato domenica a Pontedera. Si crea quindi un buco sul lato destro della difesa della Viterbese e per sostituire Celiento sembra essere pronto Riccardo Pandolfi che, dopo qualche settimana di panchina, è stato gettato nella mischia nell’ultima parte della gara di Pontedera. Nessuna punizione, invece, per Matias Cuffa che, in diffida, secondo alcune cronache della gara di domenica scorsa era stato anche egli ammonito. Il giocatore gialloblu, già lunedì aveva smentito questa ipotesi e dal comunicato di ieri del giudice sportivo è emerso che il cartellino giallo ''incriminato'', quello che molti cronisti avevano visto sventolare dall'arbitro era rivolto non a Cuffa ma al giocatore di casa Corsinelli al termine di un acceso contrasto tra i due.

La Viterbese ha intanto sostenuto ieri la seconda seduta di allenamento della settimana. Assente Giovanni Cornacchini, a Coverciano per il corso di aggiornamento, Dierna e compagni si sono allenati agli ordini di Renzo Tasso e degli altri collaboratori sugli impianti della Scuola Sottufficiali. Intanto è stata resa nota la terna arbitrale di sabato prossimo: Viterbese – Giana sarà diretta dal signor Davide Miele, sezione Aia di Torino, con la collaborazione degli assistenti umbri Tiziana Trasciatti, sezione di Foligno, e Francesco Gentileschi, sezione di Terni.





Facebook Twitter Rss