ANNO 9 n° 265
Viterbese, l'incognita mattutina
Si gioca alle 11 a Fonte Nuova ed è una variabile di cui tenere conto; capitolo formazione: Noviello e Toscano si candidano per un posto nell'undici titolare
29/09/2013 - 04:01

di Domenico Savino

VITERBO - Possono cambiare gli uomini nella Viterbese. Di certo mai dovrà mutare l'atteggiamento, la voglia e la cattiveria di squadra. Deve essere stato questo il ragionamento che in settimana ha fatto Claudio Solimina mentre pensava all' undici da mandare in campo contro il Fonte Nuova. Anche se si gioca di mattina e questa potrebbe essere una variabile di cui tenere conto nell’approccio alla gara. Ma dal momento che il tecnico romano si trova a guidare un gruppo vasto, nel senso che ha diverse possibilità di scelta e che c'è l'impegno di Coppa Italia, si può anche pensare ad una turnazione per consentire a tuti di aumentare il minutaggio ed essere pronto quando verranno chiamati in causa.

E la Coppa è un obiettivo dichiarato per la società e non verranno ammessi cali di concentrazione. Pertanto per la terza settimana consecutiva Solimina non schiererà la stessa formazione: le caratteristiche dei singoli gli permettono comunque di schierare un gruppo da fare invidia a tutti gli avversari. E allora scocca l’ora di Giorgio Noviello il fantasista campano che vanta una lunga carriera in Lega Pro con le maglie della Ternana e del Foligno. Movimenti interni permettono l’esordio dal primo minuti del colpo di mercato gialloblu senza intaccare l’equilibrio degli under e soprattutto la resa di squadra.

SI GIOCA DI MATTINA - La gara di oggi sarà particolare anche per un altro motivo: si gioca di mattina (palla al centro alle 11). Evento unico nella storia del calcio gialloblu. Eppure capita anche questo nella stagione della rinascita. Infatti la maggior parte delle partite d’Eccellenza nel Lazio si disputano al mattino: sarà davvero interessante vedere l’approccio della squadra all’orario insolito. E’ mutata l’organizzazione a livello logistico: i giovani partono da Viterbo questa mattina alle 7,30 mentre i più grandi saranno già a Roma ospiti dei compagni che vivono nella Capitale. Tuttavia bisognerà abituarsi alle lavatacce mattutine poiché quello di Fonte Nuova non resterà episodio isolato. E probabilmente questa l’insidia maggiore della partita.

DIFESA – Resta a quattro e anche in questo reparto sono previsti uomini che girano. In porta torna Cima che occupa la casella del ’94. La linea davanti al giovane prodotto del vivaio è composta da Rausa e Toto sulle fasce che hanno il compito di spingere con continuità e sformare cross a ripetizione per le punte. In mezzo Fapperdue, Federici, Ingiosi e Mattia Marini si giocano due posti con il primo che ha problemi ad un ginocchio, mentre gli altri hanno le stesse chances di partire titolari. Chi sembra più sicuro del posto è Federici, vero e proprio jolly che può anche essere utilizzato in mediana.

CENTROCAMPO – E’ la zona che vede i cambiamenti sostanziali: l’ingresso di Noviello costringe Cerone ad abbassare il proprio raggio d’azione. A fargli posto è l’under Faenzi (che continua a crescere in personalità e giocate), mentre il radar Romondini ha già prenotato il posto in cabina di regia. Poi c’è il trio che ha il compito di inventare le giocate, di spaccare la gara, di rendere imprevedibile la manovra. C’è un posto da under da assegnare e le prove felici di Ghezzi inducono Solimina a puntare su di lui. Quindi Noviello che si piazza alle spalle della prima punta e Pero Nullo che parte in vantaggio su De Francesco ma no è escluso che per la legge del turnover sia il folletto di Fratta Todina a riposare.

ATTACCO – Pacenza convince, Toscano ha bisogno di minuti da mettere nelle gambe dopo che una fastidiosa distorsione alla caviglia ne ha bloccato la preparazione. Con due bocche di fuoco simili c’è solo l’imbarazzo della scelta.

MISTER – Intanto oggi pomeriggio Claudio Solimina sarà ospite negli studi televisivi di Sport in Oro il rotocalco sportivo dell’emittente romana Rete Oro. L’allenatore gialloblu discuterà dei risultati del campionato di Eccellenza girone A insieme a Sandro Tovalieri (ex attaccante di bari, Roma e Pescara detto il “cobra”) e Paolo D’Este che fino allo scorso maggio allenava l’Albalonga. L’appuntamento è dalle 18 alle 20 canale 18 del digitale terrestre o 897 della piattaforma Sky.





Facebook Twitter Rss