ANNO 10 n° 28
Viterbese, l'impresa sfuma sul finale
A segno i gialloblù con Bensaja, il Bari pareggia allo scadere con D'Ursi
12/01/2020 - 17:33

VITERBO - Un'altra beffa all'ultimo secondo. Dopo Terni, la Viterbese perde nuovamente a fil di sirena la possibilità di mettere il bastone tra le ruote a una nobile del campionato, facendosi riacciuffare in pieno recupero dal Bari. Per i leoni, scappati subito dopo lo sparo grazie alla rete di Bensaja, sfuma così l'appuntamento col secondo successo consecutivo, mentre la prodezza di D'Ursi permette a Vivarini di mantenere la sua imbattibilità sulla panchina dei galletti. Con quello ottenuto al 'Rocchi' sono 15 i risultati utili conseguito dal tecnico di Ari alla guida dei biancorossi.

Disposti col 4-3-3, con Bensaja e Molinaro ai lati di Culina, i leoni hanno un approccio perfetto al primo appuntamento del 2020. Già al 3' si spezza l'equilibrio: Bensaja riceve al limite dell'area, controlla e scarica un preciso destro che trafigge Frattali e gli vale il primo centro con la casacca gialloblu. Il colpo a freddo del centrocampista scuola Roma complica i piani iniziali dei pugliesi, che faticano a trovare quella fluidità di manovra che gli si è riconosciuta sotto la nuova gestione. La squadra di Calabro, da par suo, è disposta in campo con acume tattico, chiude ogni spazio e non disdegna le ripartenze una volta rientrata in possesso della sfera. Al 19' arriva la prima occasione ospite, con Antenucci che prolunga in maniera insidiosa un tiro dalla bandierina di Schiavone. La Viterbese è però padrona dalla situazione e lo conferma al 29', quando l'ispirato Errico si incunea nell'area avversaria e lascia partire una violenta conclusione che sfila di poco alta. Prima dell'intervallo accade poco altro, con Simeri che va alla ricerca del pari con un tiro che viene sporcato da Milillo oltre la traversa.
La manovra del Bari resta farraginosa anche in avvio di ripresa, convincendo Vivarini ad attingere dalla panchina con gli ingressi di Costa e D'Ursi pochi istanti dopo che Calabro ha regalato il debutto all'ultimo arrivato, Bunino. Seppure l'azione dei biancorossi non ne guadagna in fluidità, il doppio cambio ha l'indubbio merito di alzare il baricentro ospite. La Viterbese alza però la Maginot e fa buona preda sui cross in serie degli ospiti, agendo poi di rimessa con la staffilata di Bunino che, al 21', viene respinta da Frattali. Lo sviluppo sulle corsie esterne del Bari viene infatti letto sempre attentamente dalla retroguardia ospite, con Pini con soltanto in un'occasione è chiamato ad attivarsi in prima persona per respingere coi pugni un traversone operato da Costa. Neppure la girandola di cambi che contraddistingue le battute finali muta di una virgola il canovaccio tattico, con il Bari che dà l'impressione di doversi affidare alla giocata del singolo per raddrizzare una partita scappata via troppo presto di mano. E questa arriva, puntuale, proprio all'ultimo assalto, quando D'Ursi inventa una girata imprendibile sull'assist di Simeri, trafiggendo l'incolpevole Pini e caricando di rimpianti le valigie con cui la Viterbese salperà alla volta di Picerno sabato prossimo.

VITERBESE-BARI 1-1

VITERBESE (4-3-3): Pini; Markic, Milillo, Bianchi (39'st Zanoli), Baschirotto; Bezziccheri, Besea, Errico (39'st Urso); Bensaja, Culina (11'st Bunino), Molinaro (42'st Sibilia). A disp.: Maraolo, Vitali, Menghi E., Menghi M., Ricci. All.: Calabro

BARI (4-3-1-2): Frattali; Berra (38'st Ferrari), Sabbione, Di Cesare, Perrotta (13'st Costa); Schiavone, Bianco, Hamlili (22'pt Awua, 38'st Corsinelli); Terrani (13'st D'Ursi); Antenucci, Simeri. A disp.: Liso, Marfella, Esposito, Folorunsho, Kupisz. All.: Vivarini

ARBITRO: Zufferli di Udine

ASSISTENTI: Cortese di Palermo; Perrelli di Isernia

MARCATORI: 3'pt Bensaja (V), 49'st D'Ursi (B)

NOTE: Ammoniti: Pini, Bianchi, Bezziccheri, Milillo. Angoli: 2-2. Rec: 3'pt, 5'st.

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY






Facebook Twitter Rss