ANNO 9 n° 290
Viterbese, l'Epifania riporta il sorriso
Al Rocchi i gialloblù faticano ma abbattono in rimonta (3-1) un'ostica Ostia Mare
Ospiti in vantaggio con Massella, poi doppio Bernardo e De Sena: la vetta è lì
06/01/2016 - 16:24

VITERBESE - OSTIAMARE  3-1

VITERBESE (4-3-1-2): Pini; Pandolfi, Scardala, Dierna, Fè; Ansini (18' st Mbaye), Selvatico, Boldrini (41' st Pomante); Belcastro (26' De Sena); Neglia, Bernardo. A disp: Mastropietro, Perocchi, Pacciardi, Santeramo, Adessi, Invernizzi. All: Nofri

OSTIAMARE (4-3-3): Barrago; Ramacci (25' st Ferri), Cesaretti, Angeletti, Mastrantonio; Macellari, Vano, D'Astolfo (44' Succi); Fraschetti (25' Piro) Massella, Maestrelli. A dips: Quatrotto, Kakabidze, De Nicolo', Piroli, Catese, Calveri. All: Chiappara

ARBITRO: Di Caraino di Ariano Arpino (D'Elia-Melchiorri)

MARCATORI: 17' pt Massella (OM), 27' pt Bernardo (V), 37' pt Bernardo (V), 45' st De Sena (V)

NOTE: Giornata piovosa. Spettatori: 400 circa. Ammoniti: Dierna (V), Belcastro (V), Pini (V), Vano (OM), Massella (OM). Angoli:4/7. Recupero: 1' pt/

 

VITERBO - Bentornata Viterbese. E ben arrivata Epifania. Nel giorno della Befana, i gialloblu battono (3-1) al Rocchi la bestia nera Ostia Mare, ritrovando subito quel successo che serviva tanto dopo la sconfitta con l'Arzachena nell'ultima dell'anno. 

Clicca qui per vedere la photogallery

Gara tosta, spigolosa, difficile. Gli ospiti hanno venduto cara la pelle prima di abdicare alla maggiore aulità dei padroni di casa. Viterbese che era andata sotto al quarto d'ora del primo tempo, spalancando vecchi fantasmi del passato. Poi ci ha pensato Bernardo, che in un colpo solo cancella l'errore dal dischetto con i sardi: l'attaccante siciliano prima aggancia, poi supera e a fine gara trova anche l'assit per la definitiva rete di De Sena. 

Nofri non snatura la squadra, confermando il 4-3-1-2 e quelli che potevano essere i cambi naturali viste le assenze a centrocampo di Nuvoli e Cuffa. Il tecnico perugino lancia Boldrini dal primo minuto, alla prima da titolare, inserando anche Selvatico. Avanti la novità è il ritorno di Neglia a fianco di Bernardo. Panchina per Invernizzi 

Mister Chaipparra risponde con un 4-3-3 molto speculare, con Fraschetti messo da raccordo tra il centrocampo e l'attacco, formato dal duo Mestrelli-Massella. Panchina per il pericolo numero uno Piro, mattatore dei gialloblu all'andata.

Piccolo giallo prima dell fischio d'inizio, con il direttore di gara che si dimentica di effettuare il minuto di silenzio rischiesto dalla società gialloblu per ricordare Natale Fiorentini, Gino Sozio e Antonio Mecarini, tifosi storici della Viterbese scomparsi durante le festività. 

Ritmi subito altissimo quando inizia la gara. L'Ostia pressa forte, non disdegnado da subito qualche colpo al limite. Sono i romani a rendersi per primi pericolosi, con una conclusione di esterno firmata da Fraschetti, che trova però attento Pini.

La Viterbese risponde al 4' con un colpo di testa di Pandolfi, fuori alla sinistra dell'estermo Barrago. La partita si gioca sempre su alte intensità. L'Ostia pressa alta, forte, se c'è bisogno entra anche duro. Un atteggiamento che forse coglie un po' di sopresa la Viterbese, che più volte sembra tenetennare rischiando di regalare pericolosi presupposti. Come al 9' quando Dierna si addormenta regalando un velenoso pallone a Massella, che però viene fermato. 

E' l'Ostia a tenere le briglie della partita, e al 17' passa in vantaggio: cross dalla destra del campo di Maestralle, la palla arriva bassa e trova il colpo vincente al volo di destro di Massella: 1-0. 

La Viterbese sembra andare in tilt. Selvatico, autore di un brutto primo tempo, perde un'altra palla lanciando ancora una volta Masella, fermato in maniera provvidenziale da Fe'. Nel suo momento più difficile però, i gialloblu trovano il pareggio. Lancia per Belcastro in area, il fantasista tiene palla e riesce a calciare verso Barrago, respinta con la palla che arriva nell'area piccole e trova il piattone vincente di Bernardo: 1-1.

Il gol fa rifiatare squadra, tecnico e tifosi. Che dieci minuti dopo (37') possono ancora una volta esultare. Berbarndo pressa alto Ramacci sull'alto destro dell'area, il difensore scivola lasciando una prateria all'attaccante, che di piatto siglia il 2-0. 

Sul finale di frazione pericolo scampato per la Viterbese: Maestrelli fa partire un botta di destra che Pini non trattiene, sul pallone si avventa Massella che trafigge il numero uno gialloblu, ma con la bandierina del guardalinee alzata. Gol annulato. 

Si va al riposo con la Viterbese avanti 2-1.

Campo reso pesantissimo dalla pioggia quando si rientra in campo, con i due tecnici che non effettuano però nessun cambio. La gara riparte con gli stessi ritrmi del primo tempo. Poco da registrare però nei primi dieci minuti, con le due squadre che provano soprattutto a sfondare sulla fasce.  

Veri pericoli però non arrivano da entrambe le parti. Al 17' Nofri effettua il primo cambio, togliendo Ansini per Mbaye. L'esterno si porta sulla sinistra, con Boldrini che viene spostato a destra. Viterbese che si rende pericolosa soprattutto da calcio piazzato, senza però impensierire mai il numero uno ospite. 

Doppio cambio per gli ospiti, con Chiappara che si inserisce Ferri e si gioca anche la carta Piro, in campo anche se non al meglio della condizione. Nofri risponde togliendo Belcastro per De Sena, spondando Neglia sulla fascia sinistra, con Mbaye sulla destra e con un Boldrini lasciato agire liberamente in mezzo al campo. 

Al 28' si riverde Bernardo, con un colpo di testa che però finisce fuori. L'ingresso di Piro ridà vivacità all'attacco romano, che prova più volte in contropiede a sorprendere la retroguardia gialloblu. Pericoli veri però continuano non arrivare, con la partita che si inceppa in continue mischie. Al 40' bella rovesciata di Bernardo, che esce di poco alta.  Un minuto dopo, sempre l'attaccante isolano, sciupa non servendo Mbaye posizionato solo al limite dell'aria. 

Il tecnico di casa toglie Boldrini e inserisce Pomante, che rientra (a sorpresa) dopo i problemi fisici. 

L'Ostia ci prova soprattutto con pericolosi traversoni, gestiti non con qualche apprenzione dalla difesa gialloblu. Ostia che si butta in avanti lasciando spazi alla Viterbese, che al 45' sigla il tris: De Sena, su invito di Bernardo, si lancia in area e batte Barrago per il 3-1. La Viterbese torna al successo, lo fa bagnando nel migliore dei modi la nuova maglia, e resta sulla scia della vetta. 

Prossima tappa tra quattro giorni la difficile gara esterna sul campo dell'Albalonga.

LA PRIMA GIORNATA DI RITORNO

VITERBESE – OSTIAMARE 3-1

RIETI – FLAMINIA 1-0

GROSSETO – TRASTEVERE 4-0

ARZACHENA – BUDONI 0-0

ASTREA – ALBALONGA 0-3

CYNTHIA – SAN CESAREO 0-0

LANUSEI – NUORESE 0-2

MURAVERA – CASTIADAS 0-1

OLBIA - TORRES 0-2

 

CLASSIFICA

RIETI 39

ARZACHENA 37

GROSSETO 37

VITERBESE 36

NUORESE 34

TORRES 31

ALBALONGA 30

OLBIA 29

OSTIAMARE 28

TRASTEVERE 25

LANUSEI 21

MURAVERA 19

CYNTHIA 18

VIRTUS FLAMINIA 18

BUDONI 14

CASTIADAS 12

ASTREA 10

SAN CESAREO 10





Facebook Twitter Rss