ANNO 9 n° 168
Viterbese, la finale è col Piacenza
Battuto il Gubbio 3 a 2. Domenica a Viareggio la sfida per lo scudetto
03/06/2016 - 18:22

VITERBESE - BELLINZAGO 6-1

VITERBESE (4-3-1-2): Pini; Pandolfi, Scardala, Dierna, Pacciardi; Ansini (55' Perocchi), Cuffa; Neglia, Belcastro (72' Selvatico), Boldrini (59' De Sena), Bernardo. A disp.: Micheli, Fè, Pomante, De Sena, Nuvoli, Vegnaduzzo, Invernizzi. All. Nofri.

BELLINZAGO (4-3-1-2): Lentini; Coviello, Cacciatore, Barabino, Gallace; Carriero, Magrin, Vingiano; Rolando; Massaro, Montante. A disp.: Fonsato, Rocchi, Papa, Ciana, Saltarelli, Chiaria, Palazzolo, Eliseo, Ouhemmou. All. Siciliano.

ARBITRO: Francesco Meraviglia di Pistoia; Nuzzi (Valdarno), Berti (Prato).

MARCATORI: Belcastro, 3'; Boldrini, 9'; Pacciardi 23'; Ansini, 37'; Massaro (B), 51'; Bernardo, 77'; Barabino, autogol, 87'.

NOTE. Calci d'angolo 5-8; ammonito Cuffa, spettatori 400 circa, 200 dei quali al seguito della Viterbese. Tempi di recupero: 0 pt.; 1' st.

 

di Stefano Renzo

FIRENZE - La Viterbese è in finale. Tornerà in campo, a Viareggio, domenica quando si giocherà lo scudetto tricolore contro il Piacenza, che ha battuto il Gubbio per 3 a 2. Una grande Viterbese quella che a Firenze ha battuto il Bellinzago con un 6-1 che ha bisogno di pochi commenti. Specialmente nel primo tempo è stato un monologo dei gialloblu di Nofri hanno sovrastato gli avversari concedendo loro davvero poco per non dire nulla.

Qui le immagini della partita

Pronti, via e la Viterbese sblocca subito il risultato. È il terzo minuto quando i gialloblu si distendono in avanti con Pandolfi che avvia l'azione, Cuffa la prosegue con un cross in area dove Bernardo fa la sponda per Belcastro che entro l'area mette seduto il portire piemontese e lo batte senza scampo.

Adesso la partita deve farla il Bellinzago che non si fa pregare mostrando però il fianco alle ripartenze dei gialloblu laziali. Da una di queste arriva, al 9', il seocndo gol della Viterbese: galoppa Neglia sulla destra, cross per Bernardo che tira da due passi, Lentini respinge d'istinto sui piedi di Boldrini che fa 2 a 0.

La Viterbese è devastante, sempre prima su ogni pallone in tutte le zone del campo. Gli avversari non si rassegnano ma il confronto sembra impari. Al 20' il palo salva il portiere novarese su tiro di Bernardo, due minuti dopo Pini tocca, in presa sicura, il primo pallone della partita, sul capoviolgimento arriva il terzo gol gialloblu: ancora Neglia si propone sulla destra, il suo cross è incornato da Pacciardi che da sottomisura non perdona.

Sotto tri tre gol, i gialli di Siciliano cercano di gettare il cuore oltre l'ostacolo almeno per riaprire il confronto. Avanzano il baricentro e cercano l'anticipo in ogni circostanza, ma la Viterbese non si scompone. Accorta in difesa, padrona del campo sulla mediana, concede agli avversari solo un paio di angoli. Poi, al 37', i gialloblu fanno poker: Neglia, inarrestabile, porta ancora avanti la palla appoggia per Belcastro che in area rifinisce per Ansini che da pochi passi non perdona.

Non ci sono cambi all'inizio del secondo tempo con Nofri che però sostituisce Ansini con Perocchi al 55' e Boldrini con De Sena al 59'. Escono due diffidati, mentre Cuffa salterà la finale oer l'ammonizione rimediata nei primi minuti della ripresa. Quando il Bellinzago ha appena realizzato (al 51') il gol della bandiera con il bomber Massaro che batte Pini. I piemontesi riprendono spirito, i laziali sembrano voler limitasi a gestire il vantaggio, Nofri si fa sentire dalla apcnhina e al 67' ristabilisce il vantaggio con Bernardo che dal limite mette alle spalle del frastorntato Lenitini. Poi, all'87' anche un autogol di Barabino fissa il risultato sul 6-1.

Da domani mattina saranno in vendita i biglietti per la finale scudetto che si giocherà domenica 5 giugno presso lo Stadio ''Dei Pini'' di Viareggio con la seguente modalità: sabato mattina dalle ore 10 alle ore 13 presso la degreteria Stadio Rocchi - Ingresso Atleti e dalle 14:30 alle 18:30 presso il botteghino dello Stadio a via della Palazzina. Il prezzo fissato è di 10 euro.





Facebook Twitter Rss