ANNO 9 n° 345
Viterbese, il derby e l'incognita ospiti
L'osservatorio non ha posto veti alla presenza dei tifosi reatini, ma non è detto
23/03/2016 - 02:01

VITERBO – (An. Ar.) Primo allenamento della settimana per la Viterbese, ieri allo stadio Rocchi, e subito buone sensazioni. Perché il gruppo è al completo, sono tornati ad allenarsi anche Mbaye Khalifa e Vittorio Bernardo, i due assenti negli ultimi giorno; il primo per problemi fisici, il secondo per un’influenza di stagione che gli aveva fatto saltare l’amichevole di sabato contro la Lazio Primavera.

Si è rivisto anche Roberto Pini, il portiere reduce dall’esperienza al torneo di Viareggio con la Rappresentativa di serie D: un’avventura positiva per l’estremo difensore di origine grossetana (sempre tra i migliori in campo), meno per la selezione, eliminata nella fase eliminatoria senza neanche vincere una partita.

Le immagini dell'allenamento con Pini che torna a volare tra i pali

La Viterbese, comunque, è entrata ufficialmente nell’ultima fase di preparazione verso lo scontro col Rieti del 30 marzo prossimo, quello che con ogni probabilità deciderà il campionato. E sul quale resta un dubbio da sciogliere, almeno fuori dal campo: i tifosi ospiti saranno o meno presenti sugli spalti della Palazzina? La domanda è pertinente anzicheno, visto che l’osservatorio sulle manifestazioni sportive non ha posto veti particolari. Dunque, in teoria, i sostenitori amarantocelesti potrebbero anche venire a Viterbo. E poco importa se due stagioni fa, in Eccellenza, proprio a Viterbo accaddero dei tafferugli (con un pullman reatino attaccato) e che, proprio a causa di quei problemi, la gara di ritorno a Rieti, decisiva per la vittoria del campionato, fu vietata ai sostenitori gialloblu. Allora la Viterbese di Vegnaduzzo e Polani sbancò il Manlio Scopigno e si trovò a festeggiare la promozione in serie D da sola dentro lo stadio: gioia e tristezza insieme, per una giornata difficile da dimenticare. Sempre senza tifosi viterbesi si è disputata poi la gara di andata di questa stagione. ‘’Dunque, anche per un semplice principio di reciprocità – ragionavano alcuni tifosi ieri sulle tribune del Rocchi – sarebbe giusto che a reatini non venisse autorizzata la trasferta’’. Anche se poi, essendo di un giorno lavorativo, è lecito non attendersi un’invasione da Rieti, semmai la presenza di qualche fedelissimo.

Comunque, l’ultima parola spetterà al prefetto, che potrebbe vietare la trasferta d’autorità anche nelle prossime ore e porre fine alle supposizioni.

Oggi intanto la squadra tornerà ad allenarsi, ancora al Rocchi (o, se pioverà, alla Scuola allievi sottufficiali). Domani invece l’amichevole a Grotte di Castro contro la Pianese (serie D, girone E, anche per valutare il completo recupero di Mbaye e Bernardo). Venerdì ancora alla Sas, sabato mattina al Rocchi, domenica riposo, mentre si tornerà alla Palazzina lunedì e martedì per la rifinitura.





Facebook Twitter Rss