ANNO 10 n° 19
Viterbese, ghiotta occasione con l'Aprilia
I gialloblu possono accorciare a meno quattro sulla capolista Lupa Castelli
30/11/2014 - 01:30

di Tommaso Crocoli

VITERBO – La Lupa rallenta il passo, la Viterbese prova a mettersi in scia: la sfida contro l'Aprilia in programma al Rocchi si fa davvero succulenta per i gialloblu, che in caso di successo avvicinerebbero la vetta portandosi a meno quattro dalla capolista. Un'occasione ghiotta, considerando il distacco che fino a poche settimane fa separava i laziali dalle prime della classe.

 Ieri, nell'anticipo del sabato, i castellani sono stati inchiodati sul pareggio dalla Nuorese, rimontati dopo il vantaggio iniziale firmato da Siclari. Comunque vada oggi, il primo posto non è in discussione. Ma i ragazzi di Ferazzoli hanno la chance di far sentire il fiato sul collo ai rivali diretti per la vittoria del campionato.

 Di mezzo, però, c'è un ostacolo tutt'altro che semplice. A Viterbo arriva infatti l'Aprilia, squadra rivelazione del torneo e attualmente quarte in classifica a parimerito con il san Cesareo. Un rivale da non sottovalutare, dunque, nonostante le quattro vittorie consecutive che hanno riportato punti ed entusiasmo nell'ambiente gialloblu.

Lo sa bene Ferazzoli, che in settimana aveva anticipato qualche possibile passo falso della Lupa Castelli: ''Viaggiavano a un ritmo impressionante, era fisiologico che prima o poi ci scappasse qualche battuta d'arresto. Ora la sfida con l'Aprilia, già importante, si fa fondamentale: dobbiamo approfittarne e cercare di portare a casa i tre punti, anche se di fronte abbiamo un avversario forte, da rispettare. Conterà molto il nostro entusiasmo''.

 In campo, il mister potrebbe confermare il 4-2-3-1 visto all'opera nelle ultime uscite. Il dubbio principale riguarda le condizioni di Emanuele Morini, protagonista assoluto della striscia vincente gialloblu e capocannoniere della squadre con sette reti: ''Un giocatore decisivo, che in questo periodo della stagione ci sta dando tantissimo. Il dolore per l'infortunio patito contro l'Ostia Mare, però, è alle spalle, lo considero pienamente recuperato''.

 Dietro, potrebbe ritrovare una maglia da titolare il terzino Tuniz, subentrato a partita in corso domenica scorsa ma fondamentale nell'aiutare la squadra in un momento delicato della gara. Probabile una conferma dal primo minuto al posto di Pacciardi.





Facebook Twitter Rss