ANNO 9 n° 21
Viterbese, finisce 1-1 con il Rende
Pacilli su rigore non basta ai gialloblu, i calabresi trovano il pari al 74' con Rossini
23/12/2018 - 16:54

RENDE – VITERBESE 1-1

RENDE (3-4-3): Borsellini; Germinio, Minelli, Sabato; Viteritti, Franco (17' st Cipolla), Awua, Godano (37' st Gigliotti); Giannotti, Vivacqua, Rossini. A disp. Palermo, Carbone, Germinio, Sanzone, Maddaloni, Di Giorno, Laaribi, Crusco, Achik, , Negro. All. Francesco Modesto

VITERBESE (4-3-3): Forte; De Giorgi, Atanasov, Sini, De Vito; Damiani, Baldassin, Palermo; Pacilli (23' st Saraniti), Polidori (23' st Bismark), Vandeputte (37' st Artioli). A disp. Micheli, Rinaldi, Perri, Bovo, Milillo, Messina, Otranto, Molinaro, Svidercoschi, Cenciarelli. All. Stefano Sottili

ARBITRO: Angelucci di Foligno

MARCATORI: 7' st Pacilli su rig. (V), 29' st Rossini (Re)

NOTE: Allontanato al 31' st il dg del Rende Ciardullo per proteste. Spettatori 1200 circa. Ammoniti: Baldassin, Giannotti, Palermo, Artioli. Angoli 10-4 (pt 5-2). Recupero pt 1' st 4'

 RENDE – Un brodino caldo per la Viterbese, un punto sudato per il Rende. Partita dai due volti, primo tempo incolore ed insapore, ripresa ricca di agonismo e di emozioni tanto che più di uno, in tribuna, sottolineava il diverso rendimento delle squadre nei due tempi. La Viterbese è andata vicina al colpaccio non solo perché è passata per prima in vantaggio ma anche perché, a 10' dalla fine, Saraniti ha sfiorato il secondo gol. Sarebbe stata una mazzata per la coraggiosa squadra calabrese che ha cercato di giocare per tutti i 90'.

Viterbese in nero, Rende in biancorosso. Inizio al piccolo trotto, le due squadre si studiano, un tiro di Sini finisce altissimo (12'), stentano i calabresi nel riproporsi in avanti. Il ritmo è buono, Forte blocca un pallone vagante in area (21'), Giannotti spara alto subito dopo. Al 25' l'occasione più nitida per passare in vantaggio capita sui piedi di Palermo che serve Polidori il quale, tutto solo davanti al portiere avversario, pensa bene di farsi parare la conclusione. La partita si scalda un po'. Vandeputte telefona a Borsellini, sull'altro fronte Viteritti scende per 40 metri poi crossa per Vivacqua che non dà forza al suo colpo di testa. Le due squadre cercano di giocare palla a terra ma si equivalgono e non riescono a farsi pericolose. Finale di tempo sempre intenso ma con pochissimi lampi. Il thè caldo rinvigorirà le squadre?

RIPRESA - Si riparte con gli stessi 22. Viteritti arriva tardi (2') alla deviazione sul secondo palo quindi, al 6', Borsellini atterra Baldassin arrivatogli incontro come un treno. Rigore. Dagli undici metri Pacilli trasforma. Rende sotto choc che cerca di rialzarsi subito. Awua serve Viteritti che arriva in ritardo. Calabresi in attacco, difesa viterbese in sofferenza. Insiste il Rende che colleziona angoli. Sugli sviluppi di un corner, al 19', Giannotti colpisce di testa ma l'ottimo Di Vito salva sulla linea bianca. Premono i padroni di casa alla ricerca del pareggio che arriva, puntuale, al 29'. Punizione di Godano per la testa di Rossini, Forte incolpevole, palla in rete. Il Lorenzon esplode. Il portiere gialloblù sta per combinare un pasticcio al 32' dopo una sassata di Destro che Forte non controlla ma recupera in extremis evitando il peggio. Il Rende accelera, la Viterbese risponde da par suoi. Vandeputte per Saraniti, colpo di testa (36') e palla fuori di un niente. Al 40' pallonetto di Damiani, palla sul fondo ma brividi assortiti. La Viterbese alza il baricentro ma è Vivacqua, al 90', ad avere sui piedi la palla giusta per spostare l'ago della bilancia. Una provvidenziale opposizione di Atanasov evita il peggio. Finale equilibrato, l'1-1 è inevitabile.





Facebook Twitter Rss