ANNO 9 n° 202
Viterbese, finalmente i 3 punti
Partita sofferta dei gialloblu di Cornacchini, che battono il Racing Roma
grazie alla doppietta di Neglia e ad un gol di Celiento: al Rocchi finisce 3-1
11/09/2016 - 18:47

di Stefano Renzo

 

VITERBESE (4-3-3): Iannarilli; Celiento, Mallus (78’ Invernizzi), Dierna; Pandolfi, Cuffa, Cruciani, Fé (70’ Varutti); Neglia, Sforzini, Bernardo (70’ Diop) . A disp.: Pini ,Pacciardi, Scardala, Belcastro, Micheli, Paolelli, Ansini, Marano, Mazzolli. All. Cornacchini.

RACING ROMA (3-5-2): Savelloni; Proietti (83’Di Gioia), Selvaggio, Vona, Giura; Massimo; Vastola, Maestrelli (46’ Calabrese), Ricciardi; Shahinas, De Sausa. A disp.: Lazzari, Steri, Muzzi, Taviani, Mancini, Cotani, Visconbti, Di Gioia, Carbone, Caputo. All. Giannichedda.

ARBITRO: Mario Vigile di Cosenza

ASSISTENTI: Veronica Vettorel (Latina), Tiziano Notarangelo (Cassino)

MARCATORI: Neglia, 37’ e 93’; De Saousa, 55’. Celiento, 90’.

NOTE. Ammoniti Dierna (V), Calabresi, De Sousa, Vona (R).Calci d’angolo 6-1. Spettatori 1.500 circa. Recupero: 1’ pt; 4’ st.

 

VITERBO – Giovanni Cornacchini lo aveva ricordato venerdì che le partite si possono vincere anche al novantesimo. Detto e fatto, la Viterbese mai doma né rassegnata è riuscita a cogliere la sua prima vittoria in campionato battendo il Racing Roma per 3 a 1 con due gol realizzati a tempo praticamente scaduto. Dopo aver sofferto tremendamente malgrado il continuo possesso di palla e la continua ricerca della giocata vincente. Passata in vantaggio con Neglia al 37’, la sqaudra di casa si è fatta raggiungere dai romani, con De Sousa al decimo della ripresa. Poi l’assalto per oltre mezz’ora, coronato dai due gol realizzati quando tutti, o quasi tutti, già si disperavano per il terzo pareggio consecutivo.

Cornacchini, come lasciato intendere nel corso della settimana, aumenta il peso offensivo della squadra proponendo tre attaccanti, Sforzini, Bernardo e Neglia, ma lascia ancora in panchina Belcastro che in molti avevano dato per scontato. Nessuna novità in difesa con, davanti a Iannarilli, Celiento, Mallus e Dierna e secondo previsioni anche il centrocampo dove manca Cenciarelli vittima di un virus che lo ha colpito in mattinata, dove Fé prende il posto di Varutti sulla corsia sinistra, Pandolfi copre la fascia destra, Cuffa e Cruciani sono i due centrali. Sul fronte romano, Giannichedda deve fare a meno di Macellari e propone un 3-5-1-1 con De Sousa terminale offensivo assistito da Ricciardi.

Due occasioni, una per parte, nei primi dieci minuti. Al 4’ De Sausa ruba palla e rimette al centro un traversone che Riccirdi dovrebbe solo mettere alle spalle di Iannarilli: il tiro dell’attaccante romano è debole e fuori misura e la Viterbese si salva. Al 7’ è Pandolfi a spingere sulla fascia destra per crossare per l’accorrente Bernardo il cui colpo di testa, in tuffo, finisce sul fondo. Due segnali che probabilmente mettono in allarme le due squadre che nei successivi minuti cercano di prendere le giuste misure dei rispettivi avversati con l’unico risultato che il gioco scade di interesse. Al 23’ Neglia viene messo giù al limite dell’area: punizione toccata corto da Cruciani per Sforzini la cui botta finisce sulla barriera consentendo al Racing di scampare il pericolo.

Continua a premere la Viterbese la cui azione comincia a diventare lucida ed anche pressante con i romani costretti a chiudersi cercando la ripartenza buona. Al 31’, sugli sviluppi del primo angolo della gara, Mallus va in rete con un colpo di testa sottomisura ma la sua posizione viene considerata di fuorigioco e il gol annullato. E’ invece valida la rete che Neglia realizza al 37’: Sforzini in area, pressato da due avversari, addomestica una palla per l’accorrente Neglia che con un rasoterra chirurgico la mette a fil di palo, dove Savelloni non può arrivare.

Ad inizio di ripresa, Giannichedda inserisce Calabrese al posto di Shahinas con il chiaro intento di inserire una forza fresca in attacco per mettere maggiormente sotto pressione la difesa avversaria. Si fa vivo il Racinbg, proprio con il nuovo entrato, ma la difesa di casa libera senza affanni particolari e sul capovolgimenti di fronte, al 54’, su invitante cross di Neglia, Sforzini di testa sfiora solo la palla. Un minuto dopo arriva il pareggio dei romani con De Sousa che con un tocco fa fuori due centrali gialloblu e batte Iannarilli al suo primo gol subito. La reazione gialloblu è di quelle veementi, praticamente chiude nella loro metà campo i romani che comunque riescono a difendere il risultato. Cornacchini al 25’ della ripresa effettua un doppio cambio: Diop entra per Bernardo, Varutti per Fè. Non cambia l’andamento della partita e al 78’ il tecnico gialloblu mette dentro un altro attaccante, Invernizzi, che rileva Mallus con Pandolfi che indietreggia in difesa. All’86’ ghiotta occasione per Diop che smarcato in area da un appoggio di Sforzini non arriva in tempo per battere il portiere. Al 90’ il gol di Celiento che di testa risolve una delle paurose mischie che la Viterbese per tutto il secondo tempo aveva creato in area avversaria. E tre minuti dopo, in pieno recupero, la doppietta di Neglia al termine di una azione manovrata.

 

VITERBO - 





Facebook Twitter Rss