ANNO 7 n° 351
Viterbese, doppia seduta in vista del Piacenza
I gialloblu tornano a giocare in casa un mese dopo l'ultima apparizione
26/01/2017 - 02:01

di Stefano Renzo

 VITERBO –Con il Piacenza, domenica, c’è un solo risultato da inseguire dalla Viterbese. Quello della vittoria. Gli uomini di Dino Pagliari tornano a giocare di fronte al proprio pubblico ad un mese di distanza dalla loro ultima apparizione, quella del 30 dicembre quando si imposero per 2 a 0 sul Tuttocuoio. Poi c’è stata la lunga sosta e, domenica scorsa, il pareggio sul campo della Racing. Scontato, quindi, che contro i biancorossi emiliani, anche loro matricola in Lega Pro, la Viterbese debba cercare di fare bottino pieno, senza se e senza ma.

Anche perché a seguire, l’undici del patron Camilli sarà atteso da due trasferte consecutive, non impossibili ma sicuramente da non sottovalutare: la prima, domenica 5 febbraio, sul campo del Prato, l’altra, una settimana dopo, sul rettangolo del Renate.

I precedenti tra Viterbese e Piacenza in gare di campionato sono limitati alla gara di andata dello scorso mese di settembre e, volendo, anche alla finale della poule scudetto di inizio giugno sempre dello scorso 2016. Due partite dalle quali i gialloblu sono usciti sempre bene: con la prestigiosa vittoria (2-1), sul neutro di Viareggio, che valse lo scudetto tricolore e con il pareggio (0-0) sofferto quanto prezioso colto al “Leonardo Garilli” ad inizio stagione.

Rispetto a quel Piacenza, domenica è lecito attenderlo un po’ diverso. Anche la società emiliana è infatti intervenuta sul mercato di gennaio con alcuni acquisti, alcuni dei quali under, altri no ma sempre abbastanza giovani. Fa eccezione il portiere Ivan Pelizzoli (arrivato a Piacenza nel mese di novembre), che con i suoi 37 anni può vantare una provata esperienza maturata in categorie superiori, in serie A (Roma, 4 anni, Reggina, 2, Cagliari e Pescara) ed altre in B (Atalanta, Albinoleffe, Padova, Pescara, Entella, Vicenza). I volti nuovi approdati nel club emiliano a gennaio sono il difensore Masullo (dal Siena), il centrocampista Bertoli (Brescia), gli attaccanti Nobile (Abano), Nicolò Pozzebon (Juventus), Romero (Feralpisalò).

Per tornare alla Viterbese, la squadra ha sostenuto ieri la abituale doppia seduta del mercoledì. Al mattino, allo stadio di via della Palazzina, intensa seduta atletica prima della razione di lavoro tattico, nel pomeriggio, sempre al Rocchi, non alla Scuola Sottufficiali come era programmato, schemi e movimenti l’hanno fatta da padrone nell’allenamento guidato con estrema attenzione da Guido Pagliari. Oggi pomeriggio si replica, ancora alla Palazzina, quando il tecnico gialloblu avrà modo e tempo per provare l’undici che ha in mente di proporre inizialmente domenica.






Facebook Twitter Rss