ANNO 9 n° 232
Viterbese, di corsa
verso il Grosseto
Ripresi gli allenamenti al Rocchi: Fe' affaticato, De Sena acciaccato
23/02/2016 - 17:20

VITERBO - (To. Z.) La Viterbese corre in vista del Grosseto. E’ iniziato ufficialmente questo pomeriggio allo stadio Enrico Rocchi, con la ripresa degli allenamenti, il conto alla rovescia in vista della supersfida di domenica contro i toscani.

Tutti in campo gli uomini di mister Federico Nofri, che hanno già dimenticato la bella e sudata vittoria nel derby di domenica contro la Flaminia e sembrano già molto concentrati su una partita fondamentale per la corsa alla Lega Pro.

Seduta divisa in parte atletica e tattica, con la squadra che ha prima svolto qualche ripetuta sulla distanza, per poi svolgere una partitella a metà campo dove Nofri ha cominciato a provare qualche soluzione tattica, con qualche cambiamento che sarà obbligato viste le già certe assenze per squalifica di Cuffa e centrocampo e Dierna in difesa. Al loro posto le alternative non mancano: Nuvoli per il primo, e Pomante per il secondo, per esempio, ma con altre tante soluzioni possibili. 

Partitella alla quale non ha preso parte per precauzione il capitano Stefano Scardala, che deve fare i conti con il solito fastidio al polpaccio, e nella quale si è fermato l’esterno Francesco Fè, il quale ha accusato un affaticamento all’adduttore. Una situazione, questa, che verrà visionata nei prossimi giorni, anche se il Roberto Carlos gialloblu si è detto tranquillo all’uscita dal campo. A parte De Sena, che ha svolto qualche giro di campo, uscito malconcio dalla trasferta di Civita Castellana.

Intanto cresce l'attesa tra i tifosi, presenti in via della Palazzina per acquistare il tagliando per domenica, che fino a giovedì sarà possibile comprare in prevendita. Tagliandi che sono stati dati anche al Grosseto, presente con un proprio tesserato per ritirarli e portarli in Maremma per poi metterli in vendita. Saranno almeno cinque i pullman dei tifosi in arrivo, più le auto private. 

La Viterbese tornerà in campo domani con una doppia seduta, che sarà divisa tra il campo del Pilastro (mattina) e quello della scuola Sottoufficiali (pomeriggio). Sul campo della Sas verrà poi svolta l'intera settimana di allenamento. Una scelta voluta sia per allontanarsi da occhi indiscreti ma anche, e soprattutto, per salvaguardare il terreno di casa, che in settimana verrà risistemato nell zone più rovinate per far trovare così un rettangolo perfetto per una partita che a livello di questa importanza mancava da tanti anni.





Facebook Twitter Rss