ANNO 9 n° 259
Viterbese, da Grosseto un consulente per i gialloblu
Minguzzi nello staff dirigenziale
04/11/2013 - 15:32

VITERBO – Romagnolo di nascita, ex portiere, una carriera lunga così nel mondo del pallone. Che adesso fa tappa a Viterbo, anzi alla Viterbese. E’ Vincenzo Minguzzi, che da domani sarà un dirigente della società gialloblu, quel direttore sportivo (vedremo se la carica sarà ufficialmente questa oppure se sarà chiamata in qualche altro modo) che manca da una settimana, dopo la defenestrazione di Andrea Angelucci. Minguzzi, allora, in attesa della conferma ufficiale da parte di via della Palazzina, domani potrebbe anche assistere al primo allenamento settimanale della squadra di mister Pirozzi. Nato a Russi, in provincia di Ravenna, ex portiere nel Pescara dei miracoli degli anni Ottanta, e nel Cagliari, ha poi intrapreso la carriera di dirigente. E’ stato direttore sportivo del Pisa, dove ha incrociato il suo percorso con Piero Camilli, e poi, dal 1 luglio 2012, è diventato consigliere del Grosseto. Grosseto con il quale aveva sottoscritto un contratto biennale, tutt’ora valido. E dunque, ecco il trasferimento ‘’interno’’ all’altra squadra della famiglia Camilli, l’ambiziosa Viterbese. Che ora dovrà ridisegnare, d’accordo con la proprietà e con mister Pirozzi, per riconquistare il primo posto in classifica, ora appanaggio del Rieti, con cinbque punti di vantaggio. Per i tagli e i rinforzi, dunque, bisognerà addrizzare le orecchie già nelle prossime ore, magari con qualche partenza eccellente e l’arrivo di qualche svinvolato. D’altronde, lo stesso Minguzzi la scorsa settimana aveva raccontato ad una radio toscana i programmi dei Camilli per la Viterbese: ‘’Hanno rilevato una società a cui sono molto legati, ed indirizzato il loro interesse in quella direzione, volendo riportarla tra i professionisti’’. Magari anche grazie all’esperienza e competenza del nuovo dirigente.





Facebook Twitter Rss