ANNO 9 n° 290
Viterbese, con la Lazio è già primavera
Oggi (ore 14.30) l'amichevole al Rocchi contro i baby biancazzurri
19/03/2016 - 02:00

VITERBO – Dopo tre terribili settimane di astinenza – dacci oggi la nostra dose quotidiana - si torna a vedere un po’ di calcio giocato allo stadio Rocchi. E va bene che si tratta di un’amichevole, ma sempre meglio di niente, anche perché per la prossima partita ci sarà da aspettare il 30 marzo prossimo venturo (sfida di campionato col Rieti, ore 14.30).

Oggi, sempre alle 14.30, la Viterbese tornerà in campo davanti al suo pubblico (manca dallo scorso 28 febbraio, un turno esterno a Roma col Trastevere più una giornata di riposo del torneo domenica scorsa) sfidando la Lazio Primavera, in un test appunto amichevole. Sarà il primo impegno al termine di due settimane dedicate interamente alla preparazione e all’allenamento, la maggior parte delle volte lontano da occhi indiscreti nella tranquillità e nella privacy dell’impianto della Scuola allievi sottufficiali. Una pausa forzata, a causa della convocazione del portiere titolare dei gialloblu, Roberto Pini nella Rappresentativa di serie D al torneo di Viareggio (a proposito: l’estremo d’origine grossetana è risultato il migliore in campo nella sconfitta di giovedì scorso contro l’Helsingor che ha estromesso di fatto la selezione dei dilettanti dal torneo).

Oggi si riparte dalla giovane Lazio, allora, quella che pure non ha partecipato al Viareggio, quella allenata da Simone Inzaghi, con Massimiliano Farris (indimenticato allenatore gialloblu) come assistente allenatore. E che in squadra ha due viterbesi doc come Alessandro Rossi (centravanti e pezzo pregiato della scuola formellese, nonché figlio del capofacchino Sandro, che però oggi non sarà in campo per i prooblemi alla spalla) e il bassanese Francesco Manoni. I due pargoli, tra l’altro, ieri sera hanno partecipato – in pieno centro storico - alla Lazio del meno nove, l’evento spettacolo dedicato alla grande squadra degli anni Ottanta allenata da Eugenio Fascetti.

Per Nofri è la prima occasione per provare sul campo soluzioni in vista del big match col Rieti (che già ha lanciato la marcia d’avvicinamento all’evento). Da verificare Mbaye e Invernizzi, che giovedì non si sono allenati e oggi potrebbero non essere rischiati. Più in generale, sarà interessante verificare se si vedranno miglioramenti complessivi in quanto a forma e dinamicità, rispetto alle ultime uscite in cui la squadra aveva accennato un pizzico di stanchezza, tra l’altro comprensibile dopo la strepitosa escalation che l’ha portata prima in testa alla classifica, e poi in fuga solitaria.

Qualora non dovesse bastare l’amichevole di oggi, comunque, ce n’è un’altra in programma, giovedì 24 a Grotte di Castro, contro la Pianese, formazione toscana del girone E di serie D.





Facebook Twitter Rss