ANNO 7 n° 352
Viterbese, adesso tocca alla squadra
Mercato top secret ma in fermento. Dal 1° luglio è possibile firmare i contratti
29/06/2016 - 10:18

di Stefano Renzo

VITERBO – Ed ora la squadra. Ed ora, dopo aver perfezionato la pratica della richiesta di ammissione al campionato di serie C per la stagione 2016/2017, la Viterbese potrà dedicarsi diciamo così a tempo pieno alla organizzazione della campionato stesso, magari iniziando dalla squadra da mettere a disposizione del confermato (si attende comunicazione ufficiale al riguardo) Federico Nofri.

Il tifoso gialloblu, che vorrebbe continuare a sognare, freme per conoscere quanti più particolari possibili sulle ambizioni e sugli uomini che comporranno la squadra gialloblu che verso la metà di luglio dovrà iniziare la preparazione in vista dell’inizio delle ostilità che prevedono per il 7 agosto il primo turno di Coppa Italia e per il 28 dello stesso mese la prima giornata di campionato. E’ convinto, il sostenitore della gialloblu che il tempo finora trascorso, specie l’ultimo mese, non sia passato invano. I supporters sono insomma certi che i Camilli, il diesse Minguzzi ed anche mister Nofri abbiano lavorato duro, seppure nella massima riservatezza, nei meandri di un mercato che fino ad oggi è vissuto su voci incontrollate (ed incontrollabili, come è sempre stato per il calcio parlato) e sugli annunci dei società che adottano il sistema di annunciare pomposamente anche gli accordi raggiunti.

Adesso, a partire dal 1 luglio, con il mercato aperto, sarà possibile trasformare gli accordi in contratti depositati in modo tale da evitare sorprese di qualsiasi tipo, ed allora anche la Viterbese potrà uscire allo scoperto ufficializzando il suo operato sul mercato.

L’attesa volge quindi al termine ed i prossimi giorni (forse anche le prossime ore) potrebbero essere quelli giusti per iniziare a conoscere, tanto per dire, l’elenco dei confermati, i nomi dei nuovi arrivi e magari anche il programma del precampionato, a partire dalla data del raduno (dicono il 18 luglio) alla sede del ritiro (si parla di Chianciano).

A livello federale, invece, sarà più lunga l’attesa per conoscere i nomi delle (sessanta?) società che comporranno i tre gironi della prossima stagione. I tempi sono scanditi da una serie di scadenze che, dopo la data del 30 giugno per presentare la domanda di iscrizione al campionato (la Viterbese lo ha fatto lunedì 27, come era stato anticipato su queste colonne), prevede che entro il 12 luglio venga comunicato ad ogni società, da parte della Lega Pro e della Covisoc l’esito della istruttoria della pratica che la riguarda. Le società che dovessero venire bocciate (e le previsioni non escludono che vi possano essere) hanno tempo fino alle ore 19 del 15 luglio per presentare ricorso dopo aver sanato tutti le cause che hanno provocato la bocciatura.

La data successiva, quella del 18 luglio, prevede la riunione del Consiglio Federale che stabilirà definitivamente (ricorsi permettendo) le squadre che parteciperanno al prossimo campionato di terza serie nazionale, di fatto annunciando un organico che dovrà essere integrato dai ripescaggi, almeno sei per raggiungere il format con 60 squadre.






Facebook Twitter Rss