ANNO 9 n° 231
Viterbese, 500 biglietti per l'Astrea
In vendita da giovedì al costo di 10 euro, e la dotazione potrebbe crescere
Oggi al campo c'era anche Piero Camilli: ha parlato con Nofri e con la squadra
26/04/2016 - 17:05

di Stefano Renzo

VITERBO – Sono cinquecento i biglietti messi inizialmente a disposizione della Viterbese dall’Astrea per la gara-campionato di domenica. Dotazione che potrebbe aumentare nel corso della settimana qualora la richiesta sarà all’altezza delle aspettative. Si capirà sin da giovedì quando la società di via della Palazzina inizierà la prevendita dei tagliandi, nel pomeriggio, dalle 15 alle 18, presso la segreteria della società (stadio Rocchi, ingresso atleti); prevendita che è prevista con lo stesso orario anche venerdì, mentre sabato si concluderà alle 12.30. Prezzo dei tagliandi: 10 euro l'uno.

I gialloblu non saranno quindi soli al Casale del Marmo nella gara dalla quale ci si aspetta il riscatto alla delusione di domenica scorsa. E’ il concetto che deve aver espresso il patron Piero Camilli alla squadra riunita negli spogliatoi oggi prima dell’inizio dell’allenamento. Arrivato al Rocchi alle 15, il ''Comandante'' ha prima avuto un lungo e riservato colloquio con Federico Nofri, poi ha incontrato i giocatori ai quali ha ribadito quanto già espresso domenica in sala stampa, cioè che nessuno in questo momento può ritenersi confermato e che le possibilità di esserlo sono tutte legate alla prestazione che verrà offerta nella Capitale, sul campo di una squadra già retrocessa ma non per questo disposta a regalare qualcosa alla Viterbese, anzi.

Dopo mezz’ora e passa di riunione, il patron ha lasciato lo stadio di via della Palazzina mentre il tecnico, i suoi collaboratori e la squadra sono tornati in campo per l’inizio dell’allenamento. Il clima, e non parliamo di meteorologia, non è sembrato eccellente, anche se neanche troppo cupo. Una squadra, e un tecnico, che hanno condotto una stagione di altissimo livello, con risultati altisonanti, fino a dieci giorni fa non possono certo essere diventati lo scarto del calcio che qualcuno vorrebbe far credere dopo il mezzo passo falso di domenica. Adesso tutti gli strateghi calcistici de noantri suggeriscono mosse e contromosse, formazioni e sostituzioni, come se Nofri avesse bisogno di una serie di badanti per portare a termine la stagione. Senza peraltro avere la possibilità di conoscere il punto di vista del tecnico (che, come tutti, deve rispettare il silenzio stampa), si intenta insomma un processo senza dare la possibilità di difesa al presunto colpevole. Un gioco che non ci piace, per noi quello di Federico Nofri è stato uno degli ingaggi maggiormente azzeccati da Piero Camilli in questa stagione e non può essere certo una gara andata parzialmente male a mettere in dubbio le capacità mostrate dal mese di ottobre fino ad oggi.

All’allenamento di oggi, presente l’intera rosa che ha lavorato regolarmente ad eccezione di Invernizzi e Santeramo che si sono allenati a parte, maggiormente in palestra. La Viterbese torna ad allenarsi, una sola seduta, domani pomeriggio, sempre al Rocchi, mentre il programma settimanale prevede il trasferimento alla Scuola Sottufficiali giovedì e venerdì, a Grotte di Castro sabato mattina.





Facebook Twitter Rss