ANNO 8 n° 348
Vince il Livorno ma Viterbese d'applausi
Finisce 3-0 all'Armando Picchi: di Doumbia, Luci e Morelli le reti degli amaranto
08/11/2017 - 18:43

LIVORNO – VITERBESE 3-0

LIVORNO (4-2-3-1): Pulidori; Pedrelli (32' st Morelli), Pirrello (18' st Gonnelli), Gasbarro, Franco; Luci, Bruno (18' st Gemmi); Doumbia (37' st Borghese), Maiorino (18' st Murilo), Valiani; Vantaggiato. A disp. Romboli, Hadziosmanovic, Giandonato, Baimgartner, Ponce, Montini, Perez. All. Sottil.

VITERBESE (3-5-1-1): Iannarilli; Pacciardi, Sini, Celiento; Peverelli (23' st Vandeputte), Varutti (36' st Mendez), Musacci, Cenciarelli (10' st Tortori), Baldassin (36' st Bismarck), Kabashi, Razzitti. A disp. Pini, Micheli, Mbaye, Zenuni, Sanè, Di Paolantonio. All. Nofri.

ARBITRO: Natilla di Molfetta coadiuvato da Palermo e Falco.

MARCATORI: 41' pt Doumbia, 31' st Luci, 45' st Morelli

NOTE: Curva nord in silenzio per protesta contro l'orario delle partite infrasettimanali. Un minuto di raccoglimento per ricordare Costanzo Balleri, ex calciatore del Livorno recentemente scomparso . Spettatori 4885 con una ventina di ospiti in curva sud. Espulso al 50' st Kabashi per comportamento non regolamentare. Ammoniti: Varutti. Angoli: 4-11. Recupero pt 2', st 5'

LIVORNO – Vince il Livorno ma grandi applausi alla Viterbese che lotta con il cuore, impegna la difesa avversaria e sfiora, in diverse occasioni il gol del pareggio. A decidere le sorti di questa partita due prodezze di due giocatori diversi, Doumbia che regala spettacolo, di tacco, su cross di Pedrelli. A giochi fatti il tris di una partita ormai segnata. Piuttosto esagerata è sembrata l'espulsione di Kabashi, una decisione affrettata presa dall'arbitro che non si era accorto di nulla, insieme al suo assistente Falco, sciagurato nella decisione così importante.

Livorno subito dinamico in avvio. Primo tiro di Maiorino viene deviato da Iannarilli al 4'. Brividi in una giornata di pioggia per i gialloblù. All'8' Vantaggiato ci prova su cross di Luci, Iannarilli si supera e nega il gol alla punta labronica. La Viterbese risponde colpo su colpo. Al 9' Peverelli per Razzitti che arriva con un attimo di ritardo, due minuti dopo Cenciarelli sporca i guanti di Pulidori. Atteggiamento propositivo dei Leoni gialloblù, il Livorno fatica e rischia quando Cenciarelli crossa ed il portiere amaranto sta per combinare una frittata, la difesa sbroglia. Al 24' Razzitti mette dentro dopo una mischia in area, l'arbitro fischia un fallo ed annulla il gol tra qualche protesta dei gialloblù. I labronici rispondono al 26' con un tiro al volo di Maiorino fuori di poco. Sale di tono il Livorno che fallisce un gol clamoroso al 28' quando PEdrelli e Doumbia favoriscono Musacci, cross per Vantaggiato che sbaglia a porta vuota. Toscani ancora pericolosi al 34' quando Valiani raccoglie un cross di Pedrelli, colpo di testa e palla alta. Al 41' Livorno avanti. PEdrelli crossa per Doumbia che, spalle alla porta, realizza di tacco un gol incredibile. A tempo scaduto ancora Doumbia che effettua un tiro cross, fuodi di poco alla destra di Iannarilli.

Nella ripresa subito Livorno con MAiorino per Pedrelli, tiro improvviso e Iannarilli è decisivo. La Viterbese comincia a schiacciare il Livorno nella propria metà campo. Sini, su angolo, provoca qualche brivido alla difesa toscana. Entra Tortori, ancora gialloblù che cercano il gol con Razzitti (14') ma la mira non è delle migliori. Sempre il biondo attaccante gialloblù, al 17', raccoglie un lungo lancio e spara alto di pochissimo nonostante il rientro di Pirrello. La Viterbese insiste. Al 27', angolo e Razzitti prima e Varutti poi vanno vicino al pareggio. Il capitano Luci, però, chiude il discorso di contro balzo, di prima intenzione, palla sotto l'incrocio e Iannarilli battuto. La Viterbese capisce di non aver chance di recupero. Murilo seve Morelli in verticale, IAnnarilli è bravo a respingere il primo tiro, sul secondo nulla può ma il guardalinee segnala un fuorigioco provvidenziale. La Viterbese continua a pressare nella metà campo avversaria ma la stanchezza e la difesa labronica fanno il resto. Borghese mura Razzitti (40') poi Iannarilli ferma Murilo in area, Morelli appoggia in rete ma i giochi erano, ormai, fatti. Ridicola, alla fine, l'espulsione di Kabashi, una decisione errata totalmente inventata.





Facebook Twitter Rss