ANNO 9 n° 109
''Villa Ilvana nell'indecenza e nell'insicurezza dell'incolumità pubblica''
09/04/2019 - 15:57

Riceviamo e pubblichiamo da Quinto Mazzoni

MONTALTO DI CASTRO - Se questa non è una priorità e Viale Garibaldi sì, allora i cittadini ed i loro bisogni non sono tra le priorità dell'Amministrazione; se questo non è un intervento urgente, allora la salute pubblica non ha valore né per Caci né per l'Assessore ai lavori pubblici ed è gravissimo!

Le colonne a sostegno dei balconi presentano i ferri di armatura ormai scoperti, il cemento armato, deteriorato, a danno di un indebolimento della struttura. I calcinacci restano accatastati sul luogo in cui sono caduti, i battiscopa staccati e le pareti, nelle parti più basse, dagli intonaci vetusti e sgretolati.

Il soffitto del portico che sovrasta l'entrata al presidio dei medici ed allo sportello CUP, presenta infiltrazioni importanti, anch'esse che portano al deterioramento e all' indebolimento del calcestruzzo, con il pericolo di distacco dello stesso che finirebbe, inevitabilmente, sulle teste di chi si reca dal medico di famiglia o a prenotare una visita, con consistenti conseguenze.

La situazione peggiora sul retro, dove altri calcinacci, plastica e materiale di risulta sono posti, diciamo in un bizzaro ordine sparso, una carrozzina per disabili abbandonata tra la vegetazione e la porta accanto ai locali caldaie rotta ed appoggiata a terra.

Neanche la cura del verde di pochi giorni fa è rusultata poi così brillante, dato che quanto tagliato non è stato raccolto e un grosso ramo secco accompagna, al lato del viale, i visitatori all'uscita.

All'interno, invece, nella sala di attesa, seggiole rotte sono selvaggiamente nascoste in un angolo.

Il tutto è aggravato dalla ruggine, che ha attecchito tutte le ringhiere ed i parapetti.

La salute è importantissima, i luoghi in cui verificarla, monitorarla e curarla non possono essere trascurati diventando un pericolo per l'incolumità pubblica.

Ora che ci siamo fatti le foto sul marciapiede di Rompicollo, cortesemente volgiamo uno sguardo dove è abbastanza urgente una manutenzione straordinaria, grazie!






Facebook Twitter Rss