ANNO 9 n° 319
Vicino alla necropoli etrusca spunta un forno per lavorare la terracotta
Denunciato il costruttore che non aveva l'autorizzazione
08/11/2019 - 12:17

TARQUINIA - I carabinieri della stazione di Tarquinia, durante un servizio organizzato per il monitoraggio della destinazione delle aree commerciali in rispetto delle normative vigenti, in particolare in prossimità di aree sottoposte a vincoli o in adiacenza di aree di interesse storico o paesaggistico, ed effettuato in accordo con la Prefettura di Viterbo, hanno sottoposto a controllo amministrativo un terreno dove era stato costruito un forno in muratura per la realizzazione di manufatti in terracotta, e poi posti in vendita ai visitatori nelle adiacenze di una necropoli etrusca.

Dai controlli effettuati è risultato che il forno era stato edificato senza concessione, ed inoltre il proprietario del terreno aveva mutato la destinazione d’ uso dello stesso terreno da agricolo a commerciale senza autorizzazione dal 2003; al termine delle operazioni di polizia giudiziaria quindi i carabinieri della stazione di Tarquinia hanno denunciato il proprietario del terreno per illecito cambio di destinazione di uso, e per avere realizzato un ‘opera muraria senza autorizzazione.







Facebook Twitter Rss