ANNO 9 n° 232
Verdetto rimandato: si decide in Sudtirol
Sottili: ''L'episodio non deve condizionare la partita: contento della reazione''
31/05/2018 - 06:35

VITERBO - Bene, ma non benissimo. E' finita in pareggio tra le mura amiche. Un cambio di modulo che ha sbilanciato la squadra e portato gli avversari a riprendere in mano il gioco: ''Mi hanno dato fastidio i venti minuti del secondo tempo in cui sono stato costretto a cambiare gioco. Fino a quel momento non abbiamo sofferto più di tanto, ma a un certo punto non abbiamo più mantenuto le giuste distanze. Questo il motivo per cui ho preferito cambiare, ma paradossalmente abbiamo sofferto e non siamo riusciti a contenere e rigiocare in possesso palla. Soprattutto non abbiamo messo i tre giocatori davanti nelle condizioni di far male all'avversario. Poi ci siamo scrollati della paura ed è tornata la Viterbese garibaldina di sempre che ci prova sempre. Bravi i ragazzi che ci hanno creduto fino alla fine. Questo il messaggio per la prossima gara. Hanno due risultati su tre, sono favoriti: ma possiamo andare su a giocarcela''.

Eppure, il primo tempo, lasciava presumere una partita più semplice per i gialloblu: ''Non siamo stati bravi nel fare la scelta giusta. Ma mi aspettavo questo Sudtirol: sono organizzati e corrono. La loro atleticità, in campionato, non l'abbiamo mai incontrata. Ma sono sicuro che loro diranno la stessa cosa. Andiamo a giocarcela a viso aperto e voglio che tutti la pensino così perchè questa squadra ha dimostrao che non ci stava a perdere. Ed è stata ripagata dal goal di Jefferson. Le fragilità che c'erano anche dal punto di vista mentale sono superate: i ragazzi sono pronti a fare quanto nelle nostre possibilità. Siamo nelle prime otto squadre della serie C e vedendo gli altri risultati vedo che c'è molto equilibrio. Oggi è stata una grande gara con due squadre che hanno provato a vincerla fino all'ultimo. L'episodio non deve condizionare la prestazione. Dopo un errore la squadra è ripartita: conta questo''.

Una cornice di pubblico mai vista al Rocchi nel resto della stagione: ''Il loro applauso ci fortifica perchè vuol dire che sanno che ce l'abbiamo messa tutta. Oggi erano davvero in tanti. Ci sarebbe piaciuto ripagarli con ua vittoria: vediamo se saremo in grado di far fare un altro sold out. Io oggi sono contento della reazione che hanno avuto i ragazzi. Io mi sento di fare un applauso a tutti quelli che sono scesi in campo''.

Parla anche l'allenatore avversario ed ex giocatore, Paolo Zanetti: ''Abbiamo preso due goal su palla inattiva e questo mi ha molto infastidito. Ma la Viterbese è un'ottima squadra. Noi siamo una squadra costruita per salvarci e se siamo arrivati secondi ce lo meritiamo e stasera volevo dimostrare di meritare anche di essere qui. Il vantaggio dei due risultati utili su tre è importante, ma preferisco non parlarne con la mia squadra che deve provare a vincere per mentalità e ci giocheremo la partita, in casa, come abbiamo fatto questa sera''.

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY





Facebook Twitter Rss