ANNO 8 n° 343
Vado dallo psicologo perché non sono pazzo
12/11/2018 - 11:10

Il titolo ironico e un po' provocatorio nasce spontaneo come risultato della somma di tante frasi, pensieri che definiscono stereotipi e pregiudizi riguardo la figura professionale dello psicologo, ancora oggi! Ebbene, alla fine del 2018, vi sono tante, tantissime persone che provano vergogna al solo pensiero di rivolgersi allo psicologo: retaggi culturali, poca informazione e aggiornamento in materia di prevenzione e promozione della salute mentale.

Cerchiamo di chiarire subito che la figura dello psicologo è quella alla quale rivolgersi per tanti, tantissimi motivi. Sempre sul filo dell’ironia possiamo dire che lo psicologo NON è:

 Una persona con la quale fare quattro chiacchiere, come si farebbe con un amico!

 Per i “matti”

 Per i “deboli”

 Una persona che “manipola la mente”

Potremo continuare ancora con la lista ma quello che ci interessa è concentrarci soprattutto su quello che è e ciò che fa lo psicologo (e lo psicoterapeuta), focalizzandoci in particolar modo sugli interventi che presso lo Studio di Psicologia e Psicoterapia PsicoLogicaMente siamo solite svolgere con le persone adulte ed i ragazzi over 18.Un aspetto importante ha a che fare con la Consulenza Psicologica.

Se si ha un dolore al dente, ci si rivolge al dentista. Dunque, se si vive una situazione che provoca sofferenza, disagio (spesso o quasi tutti i giorni), oppurese non si riesce a risolvere quel particolare problema che ci affanna e ci limitaa lavorare serenamente, a stare in armonia in famiglia o con gli amici oppure con il proprio/la propria partner, allora è bene rivolgersi ad uno psicologo, per una consulenza! Perché?

Perché è utile per elaborare le strategie d’intervento più idonee nell'agevolare il cambiamento e la realizzazione personale dell’individuo. E' indicata per tutti quei momenti della vita in cui le persone incontrano difficoltà e problemi che non riescono ad affrontare e risolvere da soli, come ad esempio: in ambito lavorativo (Luca non riesce a gestire lo stress a lavoro e si sente sempre un mal di testa terribile e una forte sensazione di frustrazione); nei contesti relazionali e sociali (Sonia ha grandi difficoltà a relazionarsi con persone sconosciute e sente accelerare il battito cardiaco ogni volta che si trova in situazioni sociali nuove);nel prendere scelte critiche oppurenell'affrontare problematiche personali o famigliari (Alessia deve scegliere se continuare una relazione che la fa sentire incompresa e poco stimata; Andrea deve affrontare la morte improvvisa di una persona a lui cara; Elisa sente sempre di non essere all’altezza e fatica ad affrontare gli esami all’università).

Non solo! Pensiamo ai problemi di coppia oppuretra genitori e figli che possono mettere a dura prova tanto da non riuscire più a trovare la chiave per uscire dal vortice di emozioni, pensieri e comportamenti disfunzionali, ovvero che non ci fanno stare bene. Tutto ciò spinge al supporto dello psicologo. Ci capita spesso nella nostra attività, di lavorare sulle conflittualità, sui problemi di comunicazione.

Per comprendere alcune delle problematiche del ciclo di vita della famiglia trattate nel nostro studio, attraverso incontri individuali e/o in coppia, vi scriviamo alcuni commenti di pazienti che hanno affrontato il loro percorso di cambiamento:

• Sara e Luca: “Viviamo in casa ma è come se fossimo estranei, non ci ricordiamo neanche più l’ultima volta che abbiamo riso insieme!”; Laura: “Vogliamo avere un figlio ma non ci riusciamo e questo ci porta a litigare costantemente, anche per cose futili!” (Sostegno alla vita di coppia);

• Mauro: “Ogni volta che torno a casa la sera mi arrabbio perché i miei figli non finiscono i compiti e mia moglie è furiosa perché la maggior parte delle volte non ci ascoltano e non riusciamo a far rispettare le regole!”; Alessandra: “Mia figlia è intrattabile, a scuola non si impegna e ha litigato con le sue amiche, con me non vuole parlare e non so cosa fare per aiutarla!”; Fabio: “Ma dove abbiamo sbagliato?! Siamo stati troppo protettivi? Ci siamo preoccupati troppo con nostro figlio? (Sostegno alla genitorialità e parent training).

Infine, ma non per questo meno importante, è la psicoterapia, dunque un intervento di cura dei sintomi e dello specifico disagio che la persona prova, talmente pervasivo, frequente e duraturo nel tempo, tanto da richiedere un intervento più profondo rispetto alla consulenza psicologica.

Sarebbe troppo lungo e forse noioso fare un elenco di tutte le problematiche che trattiamo nel nostro studio ma per avere un’idea di cosa ci occupiamo citeremoi Disturbi d' Ansia (attacchi di panico, fobie, disturbo post traumatico da stress); il Disturbo Ossessivo Compulsivo, le Somatizzazioni, l’Ipocondria, il Dismorfismo corporeo; la Depressione ed i Problemi alimentari (anoressia, bulimia, obesità, bingeeating); i Problemi sessuali e le Dipendenze comportamentali (affettiva, gioco d'azzardo, da internet e tecnologie, da shopping).

Vi invitiamo a contattarci ai seguenti recapiti per prendere un appuntamento ed effettuare una consulenza. Il primo incontro è gratuito.

Dott.ssa Marika Cocco 333 3299300

Dott.ssa Francesca Di Niccola 392 5176021

MAIL: info@psicologicamentestudio.it

Potete visitare il sito www.psicologicamentestudio.it o la pagina FB PsicologicaMente per rimanere aggiornati sulle costanti iniziative ed i molteplici eventi.

Si ricorda, infine, che PiscoLogicaMente ha tre sedi:

Civita Castellana – Via Donatello snc

Roma – Via Isidoro Carini (nei pressi della stazione Ottavia)

Vignanello – Via Vignola, 41 (presso ZCenter)







Facebook Twitter Rss