ANNO 8 n° 318
Usb vigili del fuoco sui gravi problemi del corpo della Tuscia
Il sindacato esorta i parlamentari
15/10/2018 - 09:24

VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo da Usb VVF Viterbo:

L’Unione sindacale di Base esorta pubblicamente i parlamentari di riferimento della Tuscia ad interessarsi delle gravi mancanze che pesano sul corpo dei vigili del fuoco, sia riguardo le carenze di personale sia riguardo le strutture.

L’Usb VVF ha appreso le parole pubbliche del Capo del Corpo riguardo la volontà di operare aumenti di organico in tutto il territorio, sia sotto forma di apertura di sedi sia di riclassificazione di quelle già operative. Il sindacato si augura che queste non siano le ennesime vuote promesse, ma fatti concreti che vadano a sopperire alle gravi mancanze presenti.

La situazione del distaccamento di Tarquinia non è più accettabile, solo dopo molti anni, il distaccamento è stato decretato, ma, ad oggi, solo una parte del personale è operativo. Solo grazie all’impegno costante dei lavoratori, che si sobbarcano ore di straordinario, è possibile garantire l’apertura dalle 8.00 alle 20.00. Il territorio invece necessita di una copertura totale, in loco, su tutta la giornata.

A questo, si aggiunge il fatto che il capo del Corpo ha rimodulato la pianta organica della provincia, togliendo personale dalla sede centrale, per dirottarlo a Tarquinia. Tale rimodulazione, se divenisse effettiva, non garantirebbe il personale minimo, nella sede centrale, per coprire i mezzi d'appoggio (autoscala, autobotte, autogru, ecc).

La situazione non è milgiore a Civita Castellana. Attualmente il distaccamento è classificato come SD2 (mentre dovrebbe essere un SD4), con un'organico insufficiente per la mole di lavoro e per l'estensione del territorio di competenza. Il territorio in questione infatti è esposto ad attività ad alto rischio, come il deposito munizione dell'areonautica e la galleria fs di orte, le industrie della ceramica ecc.

Infine, non si può e non si deve rinunciare al Nucleo Sommozzatori VVF, un’eccellenza fondamentale viste le caratteristiche geografiche della Tuscia.

Il soccorso valido è un diritto della popolazione.

L’Usb VVF esorta gli onerevoli ad assumersi le proprie responsabilità.

E’ necessario un tavolo di confronto con le parti sociali per poi discutere in tutte le sedi istituzionali competenti le gravi problematiche che interessano tutto il corpo dei Vigili del Fuoco e che, inveitabilmente, si ripercuotono sui cittadini.







Facebook Twitter Rss