ANNO 7 n° 265
Union rugby, cade
contro il Vasari Arezzo
Il tecnico Scorzosi: ''Hanno dato il 100%, non li rimprovero''
30/01/2017 - 09:55

VITERBO - Brutto ko per la Union Viterbo che nello scontro diretto in casa, cade contro il Vasari Arezzo 17-11. Una sfida che sarebbe dovuta servire a mettere distanza tra viterbesi e toscani, rispettivamente penultimi e ultimi in classifica e sorpassare lo Jesi, e che invece ha avuto tutta un’altra storia. Poco cambia in classifica, con Arezzo che si avvicina e Jesi (terz’ultimo) a pari punti, certo che ora la corsa salvezza si farà molto più combattuta.

''Hanno dato il 100%, non ho nulla da rimproverare alla squadra – dice il tecnico Donato Scorzosi – buona la prova dei singoli, non siamo stati efficienti nello sfruttare gli spazi a largo, dove loro sono stato più presenti e efficaci. Dobbiamo lavorare e lo faremo con ancora maggiore determinazione in questi mesi. Di compromesso non c’è nulla''.

Viterbo contratto costretto a inseguire per tutto il primo tempo. Ospiti che vanno in vantaggio al 10’ con un drop dell’apertura Grotti, oggi migliore in campo. Lo svantaggio scuote solo parzialmente i viterbesi. Moreno Menghini risponde cinque minuti dopo trasformando un calcio di punizione. L’impressione però è che le gambe non girino come dovrebbero. Impressione confermata al 20’ quando arriva la meta di Bardelli che sfrutta un’indecisione della difesa e schiaccia al centro dei pali per la trasformazione di Grotti. Nei venti minuti successivi Arezzo tiene saldamente le regole del gioco, Viterbo fatica a organizzarsi in attacco ma difende bene. La prima frazione si chiude 10 – 3.

Ripresa che si apre con altro ritmo. Padroni di casa più propositivi e che costringono i toscani a una serie di falli ripetuti e che fruttano due cartellini gialli a Pianigiani e Rubi nel giro di un minuto. In doppia superiorità numerica i viterbesi segnano con Oguntimirin ma non riescono a piazzare il colpo del ko. Il calcio piazzato di Moreno Menghini, quando la parità numerica è ristabilita è un vantaggio momentaneo e dalle gambe fragili. La conferma arriva poco dopo quando alla mezz’ora Grotti prima marca al centro dei pali, poi trasforma per il 17 – 11 che, nonostante gli assalti viterbesi, resterà immutato.

Ora la prima pausa per il Sei Nazioni, sperando che non si verifichi un altro calo di concentrazione e di impegno negli allenamenti come era successo durante la pausa natalizia. Buone notizie dall'infermeria, oggi ha fatto il rientro in campo in seconda linea Porchiella (fuori per l'operazione al crociato nella stagione passata) e si è rivisto, almeno in panchina, Andreoli.

Appuntamento a Jesi fra tre domeniche, per una sfida che può valere una stagione.







Facebook Twitter Rss