ANNO 9 n° 200
Una webradio didattica: dalla scuola all’Europa
Presentato a Medioera il progetto di alcuni studenti dell'Orioli
11/05/2019 - 10:53

VITERBO - Le innovazioni tecnologiche si susseguono con una velocità pari allo stupore che suscitano. E in una rassegna come Medioera, che si svolge a Viterbo ormai da un decennio, ne vengono presentate di sempre più sorprendenti e al passo con la società che le richiede.

Ma ancora più sorprendente è quando certe innovazioni giungono da giovani studenti, a proprio agio in un ambiente in cui stanno crescendo e in cui, magari, noi più adulti facciamo fatica ad entrare.

Così gli alunni dell’Istituto “F. Orioli” di Viterbo Mauro Manfredini, Gabriele Proietti e Niccolò Costantini, coordinati dal prof. Roberto Massenzi, hanno presentato a Medioera il loro progetto di didattica innovativa attraverso l’impiego di una webradio (Orioli Web Radio), con cui intendono dare spazio a tutti gli alunni anche con bisogni educativi speciali, e con cui si potranno trasmettere anche brevi lezioni in modalità podcast così da essere fruite anche a distanza.

Il concetto innovativo, comunque, sta nel fatto che una simile tecnologia non è così scontata come si potrebbe ritenere, i ragazzi hanno scelto questo tipo di radio digitale che in tutta Europa sta per soppiantare le precedenti trasmissioni FM e che viene definita come DAB - digital audio broadcasting- Questo sistema, peraltro già inserito da molte case automobilistiche europee per le dotazioni di autoradio, consentirà una ricezione del segnale di trasmissione di altissima qualità, senza più interferenze, in qualsiasi località ci si trovi ed è un sistema che porterà cambiamenti simili all’ avvento della tv digitale rispetto all’analogica.

I ragazzi hanno così saputo individuare con lungimiranza un ambito di ricerca e lavoro ben preciso, dimostrando che la loro passione per il computer può essere utile all’interno della loro scuola, ma può altrettanto rappresentare un mezzo di comunicazione che potrà raggiungere praticamente tutta Europa, avviare cooperazioni con altre emittenti, contribuire nella diffusione di informazioni varie sul territorio della Tuscia.

Un particolare ringraziamento è stato rivolto dagli studenti, a Medioera che li ha ospitati, senza dimenticare la loro Dirigente Scolastica, prof.ssa Simonetta Pachella e la prof.ssa Paola Di Cesare.







Facebook Twitter Rss