ANNO 7 n° 352
Una veglia in memoria di Silvia Tabacchi
Questa sera in chiesa anche il vescovo. Stamani prevista l'autopsia sui corpi
21/03/2017 - 10:04

VASANELLO – Preghiere e sguardo rivolto verso l’alto, verso il cielo, verso il paradiso. Mani giunte e i ricordi che si fanno immagine di una giovane ragazza, la cui vita è stata strappata via da un amore malato, sempre se può essere chiamato amore. Questa sera è tempo di meditare e di stringersi al dolore della famiglia di Silvia Tabacchi.

Alle ore 21, presso la chiesa di Santa Maria Assunta, una veglia di preghiera per la 28enne uccisa dalla mano fredda del suo ex ragazzo Francesco Marigliani che probabilmente non sopportava di vederla felice insieme ad un altro ragazzo dopo la fine della loro storia durata oltre 10 anni. Alla celebrazione, che accoglierà fedeli e non, insieme al parroco della diocesi cittadina, don Enzo Prato, ci sarà anche il vescovo monsignor Romano Rossi.

Intanto continuano le indagini per chiarire la dinamica della tragedia accaduta sulla Vasanellese nel tardo pomeriggio dello scorso 17 marzo. E questa mattina è in programma, presso il cimitero San Lazzaro, l’autopsia sui due corpi ritrovati cadavere nella Renault Megan. L’incarico è stato affidato al medico legale dottor Giorgio Bolino, dal magistrato Chiara Capezzuto. Probabilmente durante l'esame si effettueranno le analisi per verificare il tasso alcolemico e tossicologico su Francesco. Esami che chiariranno lo stato psicologico del ragazzo al momento dell'omicidio-suicidio.

Ancora ignoto il giorno dei funerali di Silvia Tabacchi, per i quali l’amministrazione comunale di Vasanello ha già deciso di proclamare una giornata di lutto cittadino. Bisogna infatti attendere la fine dell’esame autoptico e le successive istruzioni del magistrato.






Facebook Twitter Rss