ANNO 8 n° 204
''Un punto contro una squadra forte''
Monza-Viterbese, parla Zafferoni. Gialloblu ancora in silenzio stampa
26/02/2018 - 07:01

MONZA – Bocche cucite per la seconda gara in trasferta di seguito. Dopo la sconfitta di Piacenza, silenzio stampa confermato anche a Monza per la compagine cimina. Nessuno parla dopo lo 0-0 del Brianteo, così non è stato possibile chiedere, magari a Sottili, il perché di questo attacco anemico. La Viterbese produce, gioca, crea, però non finalizza. Non bastano sei bocche da fuoco cambiate durante la partita, nemmeno l'apporto di un terzino-ala come Peverelli che porta rifornimenti in attacco. Il bilancio offensivo resta piuttosto magro. Certo con l'entrata di Jefferson i gialloblù hanno sicuramente fatto qualcosa in più, in avanti, ma, in soldoni, resta lo 0-0 scritto e non vale nemmeno la parata di Liverani al 49' st per cambiare registro.

Così non resta altro da fare che ascoltare le parole di mister Zaffaroni, del Monza, che parla della Viterbese. ''E' stata una partita tattica, equilibrata, non dimentichiamoci che la Viterbese, prima della sconfitta di Piacenza, proveniva da ben 11 risultati positivi di fila. Perciò non abbiamo affrontato una squadra qualsiasi. Anzi''. La Viterbese ha dato battaglia. ''Noi nella prima parte di gara non abbiamo sviluppato bene le azioni d'attacco. Nel secondo tempo loro hanno fatto qualcosa di più soprattutto con l'ingresso di Jefferson, un giocatore molto forte. La Viterbese, insomma, è stata via via sempre più pericolosa''. Il mister brianzolo parla della gara e dell'importanza delle due difese. 'Hanno avuto la meglio sui rispettivi attacchi. La tendenza, però, è salvaguardare la posta in palio che diventa sempre più importante con il passare delle giornate. Le partite corrono sul filo, però questo lo ritengo un punto positivo contro una squadra forte'. Chiosa finale di Zaffaroni: 'Era una partita insidiosa, la Viterbese una squadra forte con individualità importanti. Se recupera Jefferson e la squadra è al completo, può ambire sicuramente a posizioni di altissima classifica'.





Facebook Twitter Rss