ANNO 9 n° 237
''Un fronte di civile resistenza per emarginare la violenta arroganza che travolge le istituzioni''
E' l'appello che lancia Bengasi Battisti
12/08/2019 - 09:34

Da Bengasi Battisti riceviamo e pubblichiamo.

VITERBO - Quando il linguaggio aggressivo, i comportamenti sprezzanti, il malcostume, l'arroganza, la rissa si sostituiscono all'educazione che invita al rispetto dell'altro e dell'ambiente.

Quando il governo delle istituzioni diventa strumento per curare gli interessi personali e la faziosità demolisce il bene della collettività spezzando le comunità.

Quando si propagano promesse inconsistenti, si alimentano paura e odio per nascondere le reali necessità di un popolo.

Quando l'avversario viene deriso e umiliato e la prepotenza diventa prassi.

Quando gli insulti si utilizzano come strumento di intimidazione.

Quando il povero, l'emarginato e il diverso vengono criminalizzati a tal punto da diventare la causa di ogni nostra difficoltà.

E soprattutto quando si chiedono ''pieni poteri'' per rafforzare tale deriva è arrivato il momento di richiamare tutte le donne e gli uomini, che ricoprono cariche istituzionali, a adempiere al proprio ruolo con disciplina e onore, così come vuole la Costituzione.






Facebook Twitter Rss