ANNO 9 n° 168
''Troviamo un civico di area Lega e vinciamo insieme al primo turno''
Amministrative a Civita Castellana, il Carroccio manda un messaggio agli alleati
23/03/2019 - 19:46

di Antimo Verde

CIVITA CASTELLANA - ''Siamo disposti a fare un passo indietro e a sederci attorno a un tavolo. Troviamo un civico di area Lega, non lo voglio nemmeno tesserato, e andiamo a vincere tutti insieme a Civita Castellana al primo turno. Altrimenti vinceremo noi al secondo turno''. Elezioni amministrative a Civita Castellana, Enrico Contardo, commissario leghista nel comune civitonico, manda un chiaro messaggio a Fratelli D'Italia e Forza Italia: se il centrodestra andrà unito al voto del 26 maggio, il candidato sindaco sarà designato dal Carroccio altrimenti ogni partito andrà per la sua strada con i propri candidati.

''Non abbiamo nessuna paura ad andare da soli a Civita Castellana anche se è una realtà difficile, da sempre'', spiega Contardo. ''La Lega a marzo dell'anno scorso ha preso l'11%, è il paese del Viterbese dove abbiamo preso di meno. Ma oggi il mondo è cambiato. Abbiamo una grossissima richiesta di andare da soli ma prendiamo anche atto di quello che è stato deciso a Roma, dove il tavolo nazionale e regionale hanno fatto presente l'importanza dell'unità del centrodestra. Noi siamo la forza innovatrice e possiamo essere il traino di una coalizione: siamo pronti a fare un passo indietro con il nostro candidato Turchetti ma ci aspettiamo la stessa cosa da parte di Cataldi (FdI) e Parroccini (Fi). È la nostra proposta. L'unica, perché non ce ne saranno altre''.

Gli fa eco Valerio Turchetti che nella sua corsa avrà l'appoggio del partito di Salvini e di una lista civica: ''Siamo tre candidati ma noi siamo gli unici con i numeri vincenti'', dice il candidato sindaco leghista. ''Abbiamo visto le manovre degli altri partiti: se questo sono le condizioni, la Lega deve correre da sola. Sarebbe un tradimento restaurare le logiche del vecchio centrodestra di Berlusconi. L'aria è cambiata e Civita Castellana deve essere trattata a parte da Viterbo e Tarquinia. Non vogliamo mettere un sindaco del centrodestra per mettere la bandierina e poi disattendere le aspettative dei cittadini. Invito gli altri partiti a fare un passo indietro: la gente vede nella Lega di Salvini l'ultima speranza''.

Sicurezza – ''il centro storico è diventato un ghetto, la sera è terra di nessuno'' – e pulizia i cavalli di battiglia di Turchetti. Proprio sui rifiuti, il consigliere Carlo Angeletti bastona l'amministrazione Angelelli: ''Nel prossimo bilancio i cittadini troveranno un aumento della Tares per circa 125mila euro che si vanno a sommare ai 3 milioni che attualmente pagano. Un fardello pesantissimo. Mi auguro che i consiglieri del PD non lo votino'', dice il leghista che anticipa un provvedimento che farà polemica: ''Per avere liquidità, il Comune di Civita Castellana dovrà ricorrere a un mutuo alla Cassa Deposito e Prestiti per 981.397,74 euro''. La dura sentenza di Contardo: ''Credo che un sindaco che deve ricorrere a un mutuo per pagare le spese correnti farebbe meglio a dare le dimissioni e far fare questo bilancio a un commissario prefettizio''.






Facebook Twitter Rss