ANNO 9 n° 319
Trasporto pubblico nella Tuscia, un'assemblea
Organizzata da Cgil, Cisl e Uil per parlare di mobilità e pendolarismo
15/10/2019 - 17:26

Riceviamo e pubblichiamo.

VITERBO - Le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil Confederali organizzano per martedì 5 novembre 2019,presso la Sala Conferenze della Provincia in via Saffi n 49, un’assemblea pubblica sul tema della mobilità e del pendolarismo nella Tuscia.

L’utilizzo del trasporto pubblico locale risponde a tutta una serie di esigenze fondamentali dal punto di vista comunitario e dei servizi al cittadino. Il bisogno di una maggiore sicurezza, di un risparmio a livello di budget famigliare, nonché l’aumentata sensibilità ambientalista che mira a ridurre le emissioni di agenti inquinanti nell’atmosfera, hanno fatto sì che la domanda di trasporto pubblico sia cresciuta enormemente.

La Tuscia necessita di un servizio pubblico con standard più elevati all’altezza degli altri Paesi europei, cosa che nella nostra provincia è ben lontana dalla realtà: permane una grande necessità di infrastrutture per la mobilità, capaci di rompere l’isolamento del Viterbese e che siano propedeutiche allo sviluppo del territorio. Per scelta e marginalità della politica locale, ancora non sono state realizzate opere che rispondano alle esigenze dell’utenza in tema di trasporti e logistica e alle esistenti manca la manutenzione o, addirittura, vengono lasciate nel più completo abbandono con la perdita di patrimonio pubblico.

L’assemblea si propone di creare un momento di confronto e di condivisione con lo scopo di elaborare proposte costruttive e realizzabili per migliorare la qualità del servizio di trasporto pubblico locale con il contributo di comitati di pendolari, rappresentanze studentesche, autorità politiche e rappresentanti sindacali provinciali e regionali.

Cgil, Cisl, Uil






Facebook Twitter Rss