ANNO 9 n° 108
Tra gioia e sofferenza: la Viterbese stende la Casertana in trasferta
Doppietta di Pacilli,Tsonev e Mignanelli per una partita scoppiettante
17/03/2019 - 16:25

CASERTA - (f.c.) La Viterbese arriva al Pinto di Caserta sulle ali dell'entusiasmo dopo la vittoria settimanale sul Pisa che ha regalato il prossimo turno di coppa Italia agli uomini di Antonio Calabro. La Casertana, al contrario, ha la mente piena di pensieri con una situazione societaria precaria e una polemica che ha fatto saltare anche il ritiro della squadra. I gialloblu, effettivamente, entrano in campo con lo spirito giusto.

Tra le proteste del tifo rossoblu contro i propri giocatori, i laziali, ne approfittano e passano in vantaggio con Mario Pacilli su calcio di rigore. Il giocatore, dopo gli errori del passato, riesce a insaccarne ben due e stabilire due volte il vantaggio visto che, al primo, replica Antonio Meola su azione. Ma l'allenatore ospite non è contento e inserisce Francesco De Giorgi al posto di Alessio Zerbin. E ci pensa Tsonev, sullo scadere del primo tempo, a regalare l'illusione della partita archiviata.

Perchè la Viterbese va sul tre a uno contro una Casertana che non mostra una particolare reazione. E il pubblico di casa inizia ad abbandonare, in parte, la tribuna. Ci vuole lo sfortunato rigore trovato dai campani: palla tirata da Michele Rinaldi che rimbalza sul braccio di Atanasov. E ci pensa Castaldo alla facile realizzazione. Gli uomini di mister Raffaele Esposito accorciano le distanze e, dopo 10 minuti, provocano parecchi brividi ai leoni. Antonio Zito trova il pareggio al 63' e ripristina la situazione di pareggio nonostante la Viterbese avesse in mano la partita.

Antonio Calabro cambia molto, quasi tutto. E a 3 minuti dalla fine del tempo regolamentare, il goal di Daniele Mignanelli, è un urlo liberatorio. Tutti in marcatura su Luigi Castaldo visto che la Casertana ha effettuato un solo cambio. E ultimi minuti di gestione e sofferenza per agguantare una vittoria meritata e utile alla classifica. Viterbese a 39 e pienamente in zona play off nonostante le partite da recuperare. 





Facebook Twitter Rss