ANNO 9 n° 316
Tifosi in fermento per la finale di coppa
I supporters si stanno organizzando, Frascati è facilmente raggiungibile
30/01/2014 - 23:30

di Domenico Savino

VITERBO – Sale la febbre di coppa. E i tifosi non vogliono mancare all’appuntamento con la storia. L’entusiasmo aumenta di giorno in giorno, la fantasia vola. L’obiettivo è colorare la Cassia e le strade consolari romane di gialloblu. Poco più di 120 chilometri dividono Viterbo e Frascati: non una distanza proibitiva, si potrebbe ipotizzare anche una gita fuori porta nella zona dei Castelli romani. Frascati è facilmente raggiungibile sia dall’autostrada A1 (da Orte in direzione sud si esce a Monteporzio Catone), oppure dal raccordo di Roma (uscita 21-22 Anagnina Tuscolana e proseguire in direzione via Tuscolana verso Frascati).

La società ha postato il volantino sulla pagina Facebook: “Tutti a Frascati” con lo sfondo di un leone che ruggisce. L’ingresso è gratuito e i tifosi si stanno organizzando: al Bar stadio in via della Palazzina gli “Antichi Valori” stanno prendendo le prenotazioni per allestire un pullman, mentre altri si muoveranno con mezzi propri. Da Grotte di Castro è pronto un altro pullman e anche il settore giovanile sarà presente con una rappresentanza di piccoli gialloblu.

E poi ci sono gli indecisi, quelli che si muoveranno solo all’ultimo minuto. Insomma almeno 500 persone già sono pronte per sostenere la Viterbese nella finale di Coppa Italia d’Eccellenza contro l’Empolitana Giovenzano. E il numero potrebbe aumentare nei prossimi giorni con la partita contro la Fonte Nuova di mezzo e possibili evoluzioni positive in classifica.

C’è grande fiducia. La squadra fa sempre più simpatia, la gente sta inziando a identificarsi nei nuovi beniamini: a fare da linea rossa di continuità i giocatori della passata stagione che sono rimasti o sono ritornati: questo facilita la simbiosi con un gruppo che ha fatto sognare.

La fiducia, poi, è riposta nella società: da quando è al timone la famiglia Camilli si respira un’aria nuova. E’ cambiato tutto, non la voglia di vincere e di primeggiare su ogni campo. La società ha fatto due volte la squadra, rilanciando sul mercato, acquistando giocatori di livello assoluto per l’Eccellenza. Poi la coppa è un obiettivo mai nascosto: la volontà è fare double a fine stagione mettendo insieme il campionato e la coccarda tricolore da andare a difendere nelle finali nazionali con le squadre vincitrici delle altre regioni. La solidità economica e quella continua fame di successi rafforzano la voglia di vincere anche dei tifosi che sentono di essere tornati protagonisti. Dopo anni di sofferenze gli spalti del Rocchi si sanno nuovamente popolando e fanno registrare un numero sempre maggiore di presenze.

Nonostante la categoria, la Viterbese è una delle squadre più seguite sia in casa che in trasferta. Si inizia a percepire l’onda lunga dei play off dello scorso anno che portarono allo stadio oltre settemila persone. Ecco: l’idea è che intorno alla squadra si ricrei quell’atmosfera magica, quella straordinaria unione di intenti che consentì di cullare un sogno. Ora quel sogno si può avverare. E Frascati deve essere solo la prima tappa.





Facebook Twitter Rss